RhoToday

Le otto domande del MoVimento 5 Stelle su Gaia Servizi

Dopo l'approvazione del bilancio comunale 2013 interviene sull'argomento anche il MoVimento 5 Stelle locale, che pone otto domande all'amministrazione comunale relativamente all'azienda partecipata Gaia Servizi

Gaia Servizi sempre più al centro della polemica politica

Dopo l'approvazione del bilancio comunale 2013, avvenuta in consiglio comunale il 4 luglio e per nulla priva di polemiche, interviene sull'argomento anche il MoVimento 5 Stelle locale, che pone otto domande all'amministrazione comunale relativamente all'azienda partecipata Gaia Servizi.

Ecco di seguito il comunicato integrale dei grillini: «Nei giorni scorsi abbiamo assistito a retroscena molto strani nella vita politica e istituzionale del nostro Comune. Retroscena non del tutto chiari, che hanno portato alcuni consiglieri comunali della maggioranza e dell’opposizione a disertare una seduta del consiglio comunale».

«Per chi non avesse seguito tutte le vicende, o non fosse informato, facciamo riferimento alla riunione consiliare che aveva come punto centrale l’approvazione del bilancio comunale e della partecipata GAIA S.r.l.».

«Quest’ultima è la società, partecipata al 100% dal Comune di Bollate che ha come scopo sociale la gestione dei servizi urbani. Prima di proseguire facciamo una premessa. Con il Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (coordinato con la Legge di conversione 22 dicembre 2011, n. 214) il signor Mario Monti ha imposto che il bilancio delle società partecipate dai Comuni, come GAIA S.r.l., venga presentato e discusso in consiglio comunale. Questa cosa, evidentemente, ha creato qualche difficoltà all’interno del gruppo consiliare del nostro Comune».

Al di là degli aspetti burocratici e dei passaggi istituzionali che hanno portato all’approvazione finale del bilancio, come “Movimento 5 Stelle Bollate”, vogliamo andare oltre e vederci chiaro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mettendoci come sempre dalla parte dei cittadini, avendo avuto notizia di possibili ammanchi e buchi di bilancio di “Gaia S.r.l..”, e ricordando a tutti che Gaia gestisce soldi pubblici, abbiamo chiesto all’amministrazione comunale quanto segue:

  1. La pubblicazione online dei documenti di gestione; situazione patrimoniale ed economica, nota integrativa e documenti annessi di “Gaia s.r.l.” con indicazione sintetica e leggibile per tutti i cittadini, del risultato di gestione.
  2. Essendo “Gaia s.r.l.” una società di proprietà pubblica, e sottoposta controllo di gestione da parte del collegio sindacale, chiediamo altresì che venga resa disponibile la relazione completa di osservazioni, rilevazioni contabili e metriche sugli indici di gestione dell’ultimo esercizio.
  3. Se fossero presenti delle perdite di esercizio o criticità finanziarie, vorremmo che i cittadini bollatesi fossero informati di quali azioni e meccanismi di intervento siano stati messi in atto dal consiglio di amministrazione e in quali date, oltre che all’eventuale piano di rientro e strumenti di copertura.
  4. Di sapere, se la società ha subìto delle revisioni periodiche al risultato di gestione, se questo risultato è stato verificato e portato all’attenzione della giunta comunale e del sindaco e se sono stati richiesti degli audit periodici per vigilare sulla gestione.
  5. Se le criticità fossero concrete, ci chiediamo se la situazione della suddetta società di servizi sia stata discussa nell’ambito delle commissioni tecnico finanziarie comunali o in consiglio, e nel caso vorremmo sapere in che data, in modo da fare richiesta di accesso ai relativi verbali.
  6. Che venga reso pubblico, il numero complessivo di lavoratori di Gaia, e il tipo di contratto in essere.
  7. Di far chiarezza sulla situazione attuale e su eventuali piani di trasformazione o revisione degli assetti organizzativi, visto e considerato il fatto che, diversi assessori hanno speso parole in merito in virtù della evidente situazione “ambigua” di Gaia.
  8. Rendere pubblico il compenso di tutti i membri del consiglio di amministrazione e del direttore generale comprensivo di eventuali bonus, incentivi e della eventuale componente variabile, dipendente dal risultato di gestione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento