RhoToday

M5S sullo Splendor: «Basta proclami, sì al fondo regionale»

Il MoVimento 5 Stelle affronta il tema che sta facendo molto discutere la cittadinanza di Bollate relativo al rischio chiusura del cinema Splendor: «Per salvarlo bisogna fare domanda per accedere al fondo regionale»

Il cinema Splendor resta a rischio chiusura

Il MoVimento 5 Stelle affronta il tema scottante che sta facendo molto discutere la cittadinanza di Bollate relativo al rischio chiusura del cinema Splendor.

Queste le parole del gruppo locale pentastellato: «La difficoltà (del cinema Splendor, ndr) è legata ai costi per passare dalla tecnologia analogica a quella digitale. Questo passaggio risulta obbligatorio in quanto le case cinematografiche non distribuiranno più i film su pellicola ma solo in digitale. Le difficoltà a sostenere questo investimento sono comprensibili poiché comporta una spesa di almeno 30 mila euro».

E continuano i grillini: «Il MoVimento 5 Stelle di Bollate ritiene che la funzione dello Splendor sia di vitale importanza per una città come la nostra, in cui mancano dei punti di aggregazione culturale e degli spazi di confronto e svago».

Da qui la proposta: «La Regione Lombardia dal 2008 ha previsto uno strumento appositamente concepito per finanziare questo tipo di attività. Si tratta di un bando regionale. Una delle attività finanziabili è proprio la ristrutturazione, adeguamento tecnologico, messa in sicurezza e allestimenti di sale destinate ad attività di spettacolo: esattamente quanto necessario allo Splendor».

Proseguono i cittadini attivisti: «Il Movimento 5 stelle, con competenza, propone per il cinema Splendor l’uso di questo fondo regionale. Il bando prevede il finanziamento agevolato del 70% dell’importo dell’intervento (minimo 30 mila, massimo 300mila euro) per l’adeguamento al digitale anche per parrocchie o enti ecclesiastici. Il 30% quindi deve essere il cofinanziamento del soggetto destinatario (la parrocchia). Del 70% finanziato da Regione Lombardia, il 25% è a fondo perduto e il 75% è a tasso zero e dovrà essere restituito in periodo da 3 a 7 anni».

Per ulteriori informazioni si può consultare qui. Il bando rimarrà aperto fino al 14/03/2014.

La chiosa del MoVimento che attacca l'amministrazione bollatese: «Chiediamo quindi all’amministrazione comunale di cessare i proclami di sostegno (vedi autotassazione) e supportare concretamente la proprietà a preparare la domanda attraverso i propri uffici competenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento