menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Meroni sotto attacco

Giuseppe Meroni sotto attacco

M5S sulla pubblicazione dei redditi: «Meroni si deve dimettere»

Il MoVimento 5 Stelle di Bollate attacca il Partito Democratico e chiede le dimissioni del consigliere comunale Giuseppe Meroni per non aver acconsentito a pubblicare le informazioni sul proprio reddito dell'anno 2012

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del MoVimento 5 Stelle di Bollate che attacca il Partito Democratico e in particolare il consigliere comunale Giuseppe Meroni per non aver acconsentito a pubblicare sul sito del Comune le informazioni sul proprio reddito dell'anno 2012.

«E’ di qualche giorno fa la pubblicazione di alcuni dati patrimoniali dei consiglieri comunali di Bollate come richiesto dal decreto legge 14 marzo 2013, numero 33». 

«Nel dettaglio l’articolo 14 dice che vanno pubblicati i beni mobili e immobili, le azioni e le quote di partecipazioni a società, copia dell'ultima dichiarazione dei redditi soggetti all'imposta sui redditi delle persone fisiche, le spese sostenute e le obbligazioni assunte per la propaganda elettorale».

«Sorvolando su alcuni dei redditi dichiarati da alcuni dei nostri consiglieri comunali (per i quali ci auguriamo che la Guardia di Finanza faccia gli accertamenti di competenza) rimaniamo interdetti dal rifiuto di fornire l’informazione dei propri redditi 2012 da parte del consigliere Giuseppe Mario Meroni (PD)».

«Il consigliere, assistente parlamentare europeo, si avvale dell’articolo 12 del Protocollo sui privilegi e sulle immunità dell’Unione europea che lo esonera dal pagamento delle imposte nazionali sugli stipendi versati dall’Unione (e quindi dalla dichiarazione di quei redditi)».

«Tutto legale quindi, come sempre, e nessuno può pretendere che il consigliere Giuseppe Mario Meroni (PD) esibisca la propria dichiarazione dei redditi».

«E’ vero che la legge chiede “copia dell'ultima dichiarazione dei redditi soggetti all'imposta sui redditi delle persone fisiche”, ma l’obiettivo chiaro di essa è quello di praticare la trasparenza nella pubblica amministrazione per attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza».

«L’idea è quindi che si conosca qual è il reddito di chi è titolare di incarico politico per trasparenza e prevenzione della corruzione e della cattiva amministrazione e, aggiungiamo noi, per farsi l’idea dell’onestà dei nostri rappresentanti istituzionali».

«Il consigliere Giuseppe Mario Meroni (PD) invece preferisce celarsi dietro “i privilegi e l’immunità” europea. Ognuno farà la sua considerazione sull’opportunità e l’eticità di questa scelta, ma intanto il Movimento 5 Stelle di Bollate ne chiede le dimissioni immediate».

«Chiediamo le Sue dimissioni sig. Giuseppe Mario Meroni (PD) perché i cittadini italiani chiedono a gran voce trasparenza e se Lei vuole nascondersi dietro al tecnicismo delle parole non è degno di rappresentare questi cittadini».

«Chiediamo le Sue dimissioni sig. Giuseppe Mario Meroni (PD) perché non ha senso essere un rappresentante delle istituzioni italiane se poi non si vuole riconoscere le sue leggi».

«Chiediamo le Sue dimissioni sig. Giuseppe Mario Meroni (PD) perché ci chiediamo come possa esplicitare al meglio il suo mandato di consigliere comunale con il suo lavoro a Strasburgo che la tiene così frequentemente lontano da Bollate».

«Chiediamo infine al suo partito (PD) di pretendere con forza le sue dimissioni dimostrando quella volontà di trasparenza tanto affermata a parole».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento