Bollate Via Aldo Moro

Mini-Imu, a Bollate si paga. Ecco le risposte a tutti i dubbi più diffusi

Arriva la stangatina mini-Imu e tanta è la confusione tra la cittadinanza quindi vi riportiamo un vademecum per diradare i dubbi. Ecco inoltre le parole del sindaco Lorusso e dell'assessore Pellizzari

Arriva la Mini-Imu a Bollate

A Bollate arriva la stangatina mini-Imu e tanta è la confusione tra la cittadinanza quindi vi riportiamo un vademecum per diradare i dubbi più diffusi.

Quando si paga? La Mini Imu si deve pagare entro venerdì 24 gennaio.

Chi paga? L'imposta è dovuta da tutti i cittadini proprietari di abitazione principale (la casa di residenza) e pertinenze

Chi non paga? Sono esonerati dal pagamento della mini-IMU i cittadini residenti che, a parità di condizioni, non erano tenuti a versare l'IMU nel 2012 e i cittadini che, sempre nel 2012 e sempre a parità di condizioni, hanno pagato l'IMU fino a un massimo di 13 euro.

Quanto si paga? L’imposta dovuta dai cittadini bollatesi residenti sarà pari al 40% dell'1,5 per mille (differenza tra Imu al 4 e Imu al 5,5 per mille). Valgono le detrazioni.

Come si paga? Si tratta di un’autotassazione che ogni cittadino deve calcolarsi da solo, oppure con l’aiuto di Caf o commercialista. Il Comune di Bollate, per agevolare i cittadini, aggiornerà, dal 15 gennaio,  la sezione «Calcolo Imu » (si trova in Bollate in un click) per la stampa del modello F24 utile al pagamento dell’imposta. I calcoli possono essere fatti previa richiesta del Pin (per chi non ne è già in possesso) utile ad accedere ai propri dati personali. La richiesta del Pin va inoltrata via mail all’Urp del Comune di Bollate, allegando carta d’identità ed eventuale delega.

Così il sindaco Stefania Lorusso: «Stiamo facendo il possibile per aiutare la gente a determinare gli importi di questa Mini-Imu. Le persone più esperte con la multimedialità potranno presto, tramite il sito, stampare autonomamente gli importi. Per tutti gli altri, gli uffici sono stati potenziati».

Conclude il sindaco: «È importante, in questo clima di caos generalizzato e di cambiamenti normativi continui, far sentire che il Comune è presente nel dare una mano».

Un suggerimento dall'assessore Virgilio Pellizzari: «Inutile venire tutti in Comune alle 8 del mattino. Per evitare attese sarebbe meglio arrivare scaglionati. Nessuno verrà mandato via».

Gli orari di apertura al pubblico sono i seguenti: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 12.30; il martedì anche il pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Per stabilire una priorità verranno distribuiti i numeri progressivi, ma tutti verranno ricevuti e avranno l’adeguata consulenza fiscale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mini-Imu, a Bollate si paga. Ecco le risposte a tutti i dubbi più diffusi

MilanoToday è in caricamento