menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Pd batte ferro su Gaia Servizi

Il Pd batte ferro su Gaia Servizi

Gaia Servizi, Pd: «Crediamo nella società, ma la gestione è folle»

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Partito Democratico di Bollate che puntualizza ancora una volta sul "caso Gaia Servizi": «Il sindaco Lorusso e il presidente De Angeli facciano un passo indietro»

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Partito Democratico di Bollate che puntualizza ancora una volta sul "caso Gaia Servizi".

«Dopo il consiglio comunale svoltosi il 16 dicembre scorso dedicato a Gaia Servizi abbiamo letto la replica del presidente De Angeli e francamente rimaniamo perplessi e stupiti di come si possa liquidare la perdita di 3 milioni di euro in una battuta e 4 slides».

«Innanzi tutto prendiamo atto che governa ancora una gran confusione visto che a luglio scorso si scriveva nei documenti di bilancio che non ci sarebbe stata nessuna svalutazione di Gaia e invece, colpo di scena, il presidente De Angeli ha annunciato che la svalutazione è stata decisa». 

«E non vale affermare che nulla viene chiesto ai bollatesi dal momento che il buco di tre milioni di euro è stato coperto con le risorse di Gaia Servizi. Ricordiamo per l’ennesima volta che Gaia Servizi è patrimonio di tutta Bollate e non di questa o quella amministrazione».

«Questo vuol semplicemente dire che i cittadini di Bollate hanno perso tre milioni di euro che prima avevano e ora non hanno più senza avere la benché minima idea di dove siano finiti e perché»..

«Questo è il risultato di una gestione folle e scriteriata da imputarsi a questa amministrazione di centrodestra che, ripetiamo per l’ennesima ma non ultima volta, ha utilizzato il patrimonio di Gaia Servizi per sistemare il bilancio comunale e far credere ai bollatesi di saper bene amministrare».

«Anche il presidente De Angeli nel suo intervento del 16 dicembre ha infatti ammesso che il valore dei contratti di servizio sono stati decurtati unilateralmente da parte dell’amministrazione e ha anche aggiunto che c’è un impegno a rivederli al rialzo per l’anno 2014 che noi interpretiamo come un'ammissione di colpa».

«La nostra posizione è sempre stata chiara fin dai primi interventi che abbiamo fatto nel mese di giugno dell’anno scorso, noi crediamo in Gaia Servizi, intendiamo difendere la società con tutte le nostre forze, abbiamo anche approvato interventi a favore della società come ad esempio il contratto di concessione dei servizi cimiteriali e una mozione di indirizzo relativamente all’illuminazione pubblica che vanno proprio nella direzione di potenziare Gaia Servizi affinché renda sempre migliori servizi ai cittadini a tariffe competitive». 

«Detto questo però con altrettanta forza chiediamo che tutti i responsabili del buco di tre milioni di euro, e non finiremo di ripeterlo perché tre milioni sono un’enormità, se ne assumano in pieno le responsabilità, in primis il sindaco Lorusso e il presidente De Angeli, e facciano un passo indietro per consentire alla società municipalizzata di esprimere tutto il suo potenziale senza dover pagare pegno alle esigenze del bilancio comunale che deve trovare soluzione in modi più consoni e trasparenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento