menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd: «A Ospiate si rischia vivibilità peggiorata e consumo di suolo»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato del gruppo consiliare bollatese del Partito Democratico. L'oggetto è il progetto di riqualificazione di Ospiate (via Ferraris) e la Variante Varesina

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato del gruppo consiliare bollatese del Partito Democratico. L'oggetto è il progetto di riqualificazione di Ospiate (via Ferraris) e la Variante Varesina. Ecco qui di seguito la lunga lettera del Pd.

«Dopo aver letto la relazione dell’assessorato all’Urbanistica, allegata al Bilancio di Previsione 2013, molte sono le domande che porremo all’assessore Matteo Cormio nel corso dei prossimi consigli comunali.

L’attuazione del "P.I.I." di Ospiate (aree di fronte alla centrale dell'ENEL, in direzione Arese) prevede la realizzazione di spazi a destinazione commerciale/produttiva e residenziale.

In maniera molto discutibile la viabilità di progetto interna al comparto futuro sembra essere più a servizio delle attività commerciali che troveranno collocazione che a beneficio della collettività.

Anzitutto è da rimarcare la nostra sorpresa rispetto al fatto che dopo solo due anni dall’approvazione del Pgt si sia provveduto a proporre varianti significative e non secondarie.

Questo ci induce a pensare alla inadeguatezza e alla superficialità  con cui evidentemente si è realizzato il Pgt, comprovato anche dal fatto che i progetti portano sempre la stessa firma, sia del Pgt che delle varianti successive. Con queste ultime vengono peggiorate sensibilmente le situazioni di vivibilità nella zona centrale e si realizza un enorme consumo di suolo agricolo a Ospiate.

A quest’ultimo riguardo vi è sicuramente di positivo il trasferimento di un impianto di rottamazione che libera, in tal modo, un’area all’interno del "Parco delle Groane" ma ciò non giustifica, e non compensa, la distruzione di tanta parte del territorio oggi destinato a funzioni primarie. Residenze e spazi commerciali comprometteranno un territorio che meriterebbe più attenzione alla conservazione delle attività in essere.

La variante alla Varesina, chiesta da decenni, a suo tempo inserita nel vecchio Prg e riproposta anche nell’attuale Pgt, rappresenta una forte esigenza della popolazione non solo ospiatese, al fine di rendere meno trafficata l’attuale sede della Varesina e favorire una qualità di vita migliore ai residenti.

Come tutti gli interventi presenta pur sempre dei problemi e dei costi ambientali, ma non abbiamo alcun dubbio circa il ritorno positivo. Lamentiamo però forti perplessità riguardo gli interventi viabilistici previsti dalla variante.

Infatti, senza adeguate complanari rispetto alla futura sede della variante Varesina, unitamente al rischio di aumentare il numero degli incroci si determinerebbe, di fatto, un declassamento della nuova arteria che diventerebbe solo una strada interna alla lottizzazione, rischiando così di perdere e vanificare lo scopo fondamentale per cui era stata richiesta e progettata.

Inoltre, fatto non meno grave, i nuovi insediamenti comporterebbero un notevole incremento di transito veicolare; ciò non farebbe che aggravare ulteriormente la situazione, qualora non venissero attuate cautele atte a razionalizzare l’incremento di traffico.

E su questi punti il Partito Democratico chiederà risposte all’amministrazione ponendosi in maniera costruttiva rispetto alle soluzioni che porteranno benefici alla collettività bollatese e opponendosi in maniera ferma e decisa a realizzazioni di interventi invasivi e distruttivi, oltre che poco razionali. Le domande saranno precise e ci auguriamo che le risposte siano meno evasive rispetto al passato, anche recente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento