menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La petizione online per bloccare il progetto

La petizione online per bloccare il progetto

Petizione online per bloccare la Rho-Monza: già più di mille firme

Il "Comitato dei cittadini per l'interramento della Rho-Monza" ha dato il via a una petizione online dal titolo "Stop alla riqualificazione della strada Sp 46 Rho-Monza". Fino ad ora sono 1046 le firme raccolte in pochi giorni

Il "Comitato dei cittadini per l'interramento della Rho-Monza" ha dato il via a una petizione online dal titolo "Stop alla riqualificazione della strada Sp 46 Rho-Monza".

Fino ad ora sono 1046 le firme raccolte in pochi giorni. Vi riportiamo qui sotto il testo della petizione (online sul sito Change.org) che è un po' una summa di quanto chiede il comitato.

«Expo 2015 che si terrà a Milano si sta avvicinando e, per ridurre i ritardi accumulati, si sta procedendo a un vero e proprio consumo del territorio, con tutte le nefaste conseguenze che questo comporta».

«Un esempio eclatante di quanto sta succedendo è la riqualificazione della SP 46 Rho- Monza in arteria autostradale sopraelevata (passerà in corrispondenza del terzo piano delle case di Paderno Dugnano) a 14 corsie a cielo aperto per collegare l'A4 Milano-Venezia a Expo».

«Il tracciato prevede anche la costruzione di un ponte alto quanto il Duomo di Milano. Ebbene tutto questo verrà realizzato a poche decine di metri da palazzi, scuole e centri pediatrici di Paderno Dugnano».

«Si calcola che il passaggio di autoveicoli sarà di oltre 80 milioni all’anno. Un’opera talmente pericolosa per la salute pubblica che anche nella delibera di approvazione dei lavori da parte di regione Lombardia si può leggere: “Prima della messa in esercizio nella nuova configurazione di progetto andrà prodotta una relazione che stimi il numero di eventi attesi - di mortalità e/o morbilità o altri indicatori epidemiologici - potenzialmente attribuibili (in più o in meno) alla esposizione della popolazione a inquinanti determinati dall’esercizio stesso”.

«Come a dire che è dato per scontato che la gente morirà o si ammalerà a causa di quest'opera; vogliono solo capire di che cifra si tratta. Ebbene tutto questo va contro lo spirito stesso di Expo 2015 che si propone come luogo di incontro, di cibi e culture diverse a difesa del territorio e di un’alimentazione migliore, sana e sostenibile».

«Vogliamo opporci a questo stato di cose, e pertanto chiediamo che la riqualificazione della Rho-Monza venga annullata, visto anche che un progetto parallelo di interramento della strada, con un minor impatto ambientale, proposto dai Comuni coinvolti nell’opera, è stato bocciato dalle istituzioni».

«Ora possiamo fargli cambiare idea, affossando il progetto. Il giorno 30 settembre 2013, in regione Lombardia, si riunirà nuovamente la “Conferenza dei Servizi” per approvare l’opera. Firmiamo la petizione per dimostrare il nostro sconcerto di fronte a questo assurdo progetto e magari li convinceremo a modificare l’opera e a ripensare all’interramento».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento