Bollate Piazza Aldo Moro

A Bollate gli studenti si "nutrono" di legalità, giustizia e solidarietà

L'iniziativa "Pasta alla legalità con sugo di giustizia", alla sua seconda edizione, si è svolta lunedì 23 marzo e ha coinvolto circa 2.000 studenti degli istituti bollatesi all'ora di pranzo

Libera Terra

In occasione della "XX giornata dedicata alla memoria e all'impegno in ricordo delle vittime delle mafie", l’amministrazione comunale di Bollate, in collaborazione con Serenissima, ha proposto come menù agli studenti che frequentano la refezione scolastica “la pasta alla legalità con sugo di giustizia”.

L'iniziativa, alla sua seconda edizione, si è svolta lunedì 23 marzo e ha coinvolto circa 2.000 studenti degli istituti bollatesi all'ora di pranzo.

Per preparare il pranzo Serenissima ha utilizzato prodotti provenienti dalle terre confiscate alle mafie a marchio “Consorzio Libera Terra Mediterranea”: una realtà che produce alimenti di alta qualità attraverso metodi rispettosi non solo dell’ambiente, ma soprattutto della dignità delle persone.

Così l’assessore alla pubblica istruzione Marinella Mastrosanti: «Questa iniziativa vuole essere un’occasione per sottolineare i valori della legalità, giustizia e solidarietà, trasmettendoli in modo concreto, attraverso un gesto semplice e quotidiano».

Prosegue l’assessore: «Credo sia importante che i ragazzi, sin da piccoli, sappiano e comprendano il senso delle scelte di chi della lotta alla mafia ha fatto una ragione di vita e abbiano l’occasione di conoscere i testimoni di questo grande impegno, per questo abbiamo accompagnato il pasto con una citazione di Giovanni Falcone: “Gli  uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bollate gli studenti si "nutrono" di legalità, giustizia e solidarietà

MilanoToday è in caricamento