RhoToday

"Gli Occhi di Mafalda" presenta in biblioteca il libro di Roberta Secchi "Ti prendo in parola"

Lunedì 6 marzo 2017 alle ore 21 l'autrice Roberta Secchi, assieme ad Arianna Grimaldi dell'Istituto Custodia Attenuata Mamme "ICAM" condurranno i presenti in un "mondo a parte": il libro è una sorta di ponte tra le persone recluse e quelle in libertà

Il libro "Ti prendo in parola"

Secondo evento presso la biblioteca di Bollate Centro organizzato dall'associazione "Gli Occhi di Mafalda", con la presentazione del libro "Ti prendo in parola".

Lunedì 6 marzo 2017 alle ore 21 l'autrice Roberta Secchi, assieme ad Arianna Grimaldi dell'Istituto Custodia Attenuata Mamme "ICAM" condurranno i presenti in un "mondo a parte". Presente alla serata ci sarà anche Daniela Obelleri mentre a coordinare e condurre l'evento sarà l'ex assessore Marinella Mastrosanti.

L'autrice, che per un anno e mezzo ha condotto laboratori di scrittura incrociata con tre gruppi di persone (donne detenute, uomini detenuti, donne e uomini liberi) restituisce in queste pagine il cammino dei laboratori, presentando gli scritti prodotti dai partecipanti e contestualizzando tutte le tappe.

La scrittura, ricorrendo al tema delle epifanie, alla stesura dell'anticurriculum, al lavoro sugli haiku, sugli adynata, sugli oggetti vivi e sul vissuto, fa da ponte fra le persone recluse e quelle in libertà.

I riferimenti culturali teorici con i quali l'autrice si confronta si intrecciano agli elaborati dei partecipanti.

Il percorso di ricerca è presentato seguendo l'onda di un diario, esperienziale e riflessivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come proposta tecnica di lavoro è rivolta a chi desideri coltivare lo svolgimento di un percorso simile, agli operatori carcerari e a chiunque voglia affacciarsi oltre il muro, per guardare negli occhi chi sta dall'altra parte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento