Bollate

Bollate, sequestro di ville appartenenti alla 'ndrangheta

Tre ville, due a Bollate e una a Davoli nel Catanzanese, conti correnti e cinque autoveicoli, sono tutti i beni sequestrati dalla polizia a F.C in carcere per estorsione aggravata per mafia ai danni di un villaggio turistico sullo Ionio

Tre ville lussuosamente rifinite con pregiati tappeti persiani e strutture in cemento armato, in più conti correnti e ben cinque autoveicoli, questi sono tutti i beni che sono stati sequestrati dalla polizia a F.C di 63 anni, in carcere dal 4 settembre con l'accusa di estorsione aggravata dalle modalità mafiose ai danni di un villaggio turistico sullo Ionio.


Il sequestro delle tre ville, due presso Bollate e una a Catanzaro, è stato disposto dal Tribunale su richiesta del questore di Catanzaro, al termine di alcuni accertamenti compiuti dalla sezione misure di prevenzione. L'uomo è stato arrestato nel settembre scorso, insieme ad altre quattro persone, tutte accusate di aver imposto ad alcune società di Roma e di Taranto, il pagamento di tangenti e assunzione di personale a lui gradito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollate, sequestro di ville appartenenti alla 'ndrangheta

MilanoToday è in caricamento