menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A breve verranno predisposti i varchi Ztl

A breve verranno predisposti i varchi Ztl

La Ztl è realtà a Bollate, il progetto è stato approvato dal Ministero

La Zona a Traffico Limitato (Ztl) a Bollate è a un passo dal diventare realtà. Il progetto è stato approvato dal Ministero e mancano pochi nodi burocratici per dare il via alla "rivoluzione viabilistica"

La Zona a Traffico Limitato (Ztl) a Bollate è a un passo dal diventare realtà.

Il progetto è infatti stato approvato dal Ministero e mancano davvero pochi nodi burocratici per dare il via alla “rivoluzione viabilistica” bollatese.

Dopo aver allacciato alla rete elettrica i varchi dell Ztl e installato le telecamere il tutto andrà a regime con gli orari 7:00-9:00 e 17:00-19:00 da lunedì al sabato).

Al contempo verranno rilasciati i permessi (per i veicoli oggetto di deroga) mentre tutti i residenti potranno invece circolare normalmente per le vie cittadine.

Tutte le targhe dei residenti dovrebbero entrare in una sorta di “White list” che il Comune otterrà dal Pra per registrare chi potrà circolare senza alcun tipo di limitazione sul territorio.

Esulta l’assessore alla viabilità Carlo Vaghi (Lega Nord), vero fautore del progetto: «Si tratta di un successo su tutti i fronti, è stata approvata una delle Ztl più grandi d’Italia per un Comune non capoluogo».

Continua Vaghi: «Abbiamo convinto il Ministero della bontà e della necessità per Bollate di difendersi dal traffico di attraversamento che attanaglia la città con numeri spaventosi (circa 5.000 auto al giorno, ndr). Grazie alla Ztl Bollate cesserà di essere la scorciatoia dell’hinterland».

Poi dà una stilettata alle opposizioni: «La “levata di scudi” estiva, giunta dal territorio e dal parlamento (leggi deputata Eleonora Cimbro del Pd, ndr), è stata dettata da motivi prettamente politici e non ha sortito gli effetti che qualcuno sperava».

Chiude con un’apertura della Ztl ai pendolari dei Comuni limitrofi: «E’ in corso un dialogo per estendere la deroga ai pendolari non residenti diretti alla stazione di Bollate Centro, la porta del dialogo sarà sempre aperta per chi vorrà utilizzarla in modo trasparente». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento