Giovedì, 21 Ottobre 2021
Bollate Bollate / Piazza Aldo Moro

Bollate dice "no" ai botti di capodanno, il sindaco: «Festeggiamo senza petardi»

La campagna lanciata dal Comune mira a portare i cittadini «a festeggiare le festività evitando di utilizzare materiali che mettono a repentaglio le categorie più deboli: ammalati, anziani, bambini e animali»

L’amministrazione comunale di Bollate rivolge «un appello di civiltà per arginare la grave problematica legata all’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici», promuovendo una campagna di sensibilizzazione che ha previsto l’affissione di manifesti, con l’obiettivo di responsabilizzare i cittadini sull’abbandono di questa cattiva abitudine, dannosa per l’ambiente, pericolosa per le persone e fastidiosa per i nostri amici a quattro zampe.

Così spiega la scelta il sindaco Francesco Vassallo: «In diverse città vengono feriti adulti e bambini, inquinato l’ambiente, generati incendi boschivi o seri danni alla vegetazione in ambito urbano, muoiono animali selvatici e molti uccelli, cani e gatti domestici fuggono causando incidenti stradali o finendo in canile».

Prosegue il sindaco: «Il fragore dei botti che, oltre a essere fastidiosi, possono essere addirittura pericolosi verso le persone, scatenano negli animali una naturale reazione di spavento che li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli così al rischio di smarrimento e/o investimento, con conseguenze gravi anche per gli automobilisti».

botti capodanno bollate:2-2

Continua Vassallo: «Sono i petardi inesplosi i più pericolosi; i bambini sono inconsapevoli dei pericoli quando li raccolgono da terra con gravi rischi per la loro sicurezza, la salute e la vita. La cronaca nazionale riferisce tra l’altro del sequestro di ingenti quantitativi di artifici illeciti, messi abusivamente in commercio per l’occasione».

Chiude il sindaco: «Possono, inoltre, determinarsi anche ingenti danni economici alle cose, per il rischio di incendio, in particolare in danno di automobili, cassonetti, etc...».

Per tutti questi motivi l’amministrazione comunale fa appello «al senso di responsabilità individuale e collettiva e al senso civico di ognuno, invitando a vivere serenamente le imminenti festività natalizie, a festeggiarle evitando di utilizzare materiali che mettono a repentaglio le categorie più deboli: ammalati, anziani, bambini e animali».

Per far meglio arrivare il messaggio ai cittadini, nelle vie di Bollate sono stati affissi dei manifesti finalizzati a dissuadere dall’uso dei botti. La campagna, promossa dall’assessore alla sicurezza Marco Marchesini, si inserisce sulla scia dei progetti di partecipazione avviati in questi mesi e si chiama: “Il responsabile sei tu. Non rovinarti la festa!".

Per la cronaca durante le festività natalizie (24 e 25 dicembre in particolare), in città sono stati esplosi diversi botti durante il giorno e la sera, quindi non certo tutti hanno accolto il messaggio delle autorità. Col capodanno in arrivo vedremo se il trend sarà in calo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollate dice "no" ai botti di capodanno, il sindaco: «Festeggiamo senza petardi»

MilanoToday è in caricamento