RhoToday

Vassallo del Pd: «Su Urban Centre amministrazione irresponsabile»

Il capogruppo del Partito Democratico di Bollate attacca: «Di fronte alle nostre semplici domande il sindaco non ha saputo dare risposta, faremo il possibile per evitare gli scempi in progetto»

Il capogruppo del Partito Democratico di Bollate Francesco Vassallo interviene nel dibattito sull'Urban Centre e risponde alle parole del sindaco Stefania Lorusso e a quelle della lista civica Bollate Insieme: «Mi interesso di politica da diversi anni e uno degli insegnamenti più preziosi che ho appreso durante il periodo in cui ho ricoperto cariche amministrative, riguarda il fatto che se i cittadini chiedono spiegazioni, pongono domande, si costituiscono in comitati, esprimono il loro dissenso in maniera democratica rispetto a scelte compiute, raccolgono firme tra la popolazione, presentano ricorsi alla magistratura, espongono le loro ragioni in tutte le sedi istituzionali allora, tutto ciò, è un segnale che qualcosa non ha funzionato oppure che una delle parti è in errore».

«Un amministratore avveduto e responsabile ascolta le ragioni di queste persone, si confronta, organizza riunioni con loro e con i tecnici per comprendere e confrontarsi e, al termine di questo percorso, prende una decisione».

«Se questa dovesse essere diversa rispetto alla proposta iniziale non significa una sconfitta ma, anzi, aver dimostrato intelligenza e capacità di ascolto anche in considerazione del fatto che un amministratore “amministra” il bene collettivo nell’interesse della collettività e non come un proprio “possedimento personale”». 

«Questo semplice assunto non sembra essere fatto proprio dalla giunta di destra di Bollate. La vicenda della distruzione della fontana e del parco giochi di piazza della Resistenza per realizzarvi un Urban Center è emblematica: i cittadini si costituiscono in comitato, raccolgono 2000 firme per fermare il progetto, chiedono confronti con il sindaco e gli assessori, manifestano pacificamente e democraticamente il proprio dissenso e in cambio non ottengono risposte».

«Stessa sorte per le richieste delle minoranze consiliari: discutono e approvano una mozione che prevede la sospensione dei lavori, un confronto con la società appaltatrice, il coinvolgimento nel progetto del Cinema Splendor, al fine di continuare a far vivere questa realtà che fa parte del patrimonio culturale di Bollate e dei suoi cittadini, e in cambio cosa si ottiene? Un silenzio assordante, un rifuggire dal confronto, una arroganza nel non ascoltare i punti di vista diversi dal proprio».

«L’ennesima dimostrazione di ciò lo abbiamo avuto nel corso della riunione della commissione urbanistica di giovedì sera (9 ottobre, ndr): in avvio di seduta i consiglieri Prospero Mondello (Federazione della Sinistra) e Giuseppe De Ruvo (Partito Democratico) hanno chiesto se il lavoro della Commissione poteva essere in qualche modo utile o se ormai tutto fosse già  deciso e per quale motivo il 25 settembre, durante la seduta di consiglio comunale in cui è stata approvata la mozione che chiede di non realizzare l’edificio culturale al posto della fontana di piazza della Resistenza, il sindaco non abbia sentito la necessità di informare il Consiglio Comunale che la mattina dello stesso giorno si era provveduto a fare la “consegna lavori” alla ditta incaricata della realizzazione dell’opera».

«Di fronte a queste semplici domande il sindaco non ha saputo dare risposte e adducendo motivi di preoccupazione per  la sua incolumità (si tenga presente che in sala erano presenti una decina di appartenenti alle forze dell’ordine) e per il fatto che i cittadini presenti non stavano in silenzio, ha pensato bene di sottrarsi al confronto e di abbandonare la sala consiliare». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa giunta ha dimenticato quale sia il bene della città, dando l'avvio ai lavori per opere di cui i cittadini non ne sentono il bisogno; sarà compito del Pd e delle forze politiche che si oppongono a questa amministrazione di destra, fare il possibile per evitare gli scempi in progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

  • Sciopero mezzi Trenord, in arrivo un lunedì nero: "Forti ripercussioni", gli orari del blocco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento