RhoToday

Il 12 novembre le premiazioni del "Premio San Martino", ecco a chi vanno le benemerenze

Per il "Città di Bollate San Martino d'Oro" verranno premiati Giulio Mesini, Sabrina lanzi e Mario Carissimi. Per il "Premio Città di Bollate San Martino" l'onoreficenza va a Arturo Baù, il comitato del Palio di Ospiate e Vincenzo Annoni. "Menzione Speciale" a Giulio Vitale

Il 12 novembre la consegna dei premi per l'edizione 2017

Torna, per il settimo anno, in occasione della ricorrenza per il patrono, il «Premio Città di Bollate-San Martino» organizzato dall’ufficio di presidenza del consiglio in collaborazione con l'amministrazione comunale.

Domenica 12 novembre, alle ore 20.30 in aula consiliare, avverrà la consegna ufficiale dei riconoscimenti assegnati ai concittadini e alle associazioni che si sono distinti per meriti particolari, acquisiti in campo civico, lavorativo, di studio o attraverso azioni di volontariato.

Le realtà cittadine premiate sono state selezionate dopo attenta valutazione della commissione costituita ad hoc e composta dai consiglieri comunali Angela Baccaro, Salvatore Conca, Enrico Confalonieri, dal presidente del consiglio Antonio Faranda e che il sindaco Francesco Vassallo ha fatto propria, firmando i relativi decreti.

Come di consueto, nel corso della premiazione, il sindaco Francesco Vassallo, il presidente del consiglio Antonino Faranda e gli altri componenti della commissione, consegneranno le benemerenze «San Martino» e leggeranno le motivazioni dell'assegnazione.

Ecco i nomi dei premiati, divisi nelle tre categorie: per il "Città di Bollate San Martino d'Oro" verranno premiati Giulio Mesini (fotografo), Sabrina lanzi (pianista) e Mario Carissimi (direttore scolastico). Per il "Premio Città di Bollate San Martino" riceveranno la massima onoreficenza cittadina Arturo Baù (alpino e protezione civile), il comitato organizzatore del Palio di Ospiate, Vincenzo Annoni (associazionismo). La "Menzione Speciale" spetta a Giulio Vitale (professore).

Il sindaco Francesco Vassallo e il presidente del consiglio comunale Antonino Faranda spiegano: «Il riconoscimento di San Martino è una bella iniziativa che premia le persone, le società e le associazioni di Bollate che si sono dedicate ad attività rivolte al bene comune, alla crescita e al lustro della nostra città».

Proseguono i due: «Questo è e deve essere la nostra benemerenza che, per le prossime edizioni, vorremmo far diventare sempre più un momento di valorizzazione delle nostre eccellenze e delle persone riferimento non solo per Bollate, ma per tutto il Paese».

La mattinata sarà accompagnata dall’Accademia Vivaldi-Istituto Musicale Città di Bollate che proporrà un intervento musicale con il Trio di Fagotti “SI FA FAGOTTO”, formato dai giovanissimi e talentuosi Andrea Baiocco, Leonardo Scarano e Joanna Cordoano.

Il Trio nasce all’interno della classe di fagotto della civica scuola di musica “Claudio Abbado” di Milano del maestro Michele Colombo per dare l’opportunità agli allievi di divertirsi, crescere insieme attraverso la musica ed esplorare il repertorio dedicato a questa formazione cameristica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento