rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Rho Rho / Via Vincenzo Foppa

Lucernate: nessun mezzo al lavoro sull'area degli alloggi Erp

Lavori fermi nel cantiere di via Foppa a Lucernate, dove dovrebbero sorgere due palazzine di edilizia residenziale pubblica. Tizzoni: "Vogliamo che i lavori riprendano il più presto possibile"

Recinzioni cadenti e nessun mezzo al lavoro. Uno lotto di terra spianato con un buco per le fondamenta, tutt'intorno qualche erbaccia. Siamo a Lucernate, frazione di Rho, e di fronte a noi abbiamo il cantiere per la costruzione di ottanta alloggi Erp: abitazioni di edilizia residenziale pubblica.

Ci avviciniamo al cartello di dichiarazione di inizio lavori. Le operazioni di realizzazione degli alloggi sono iniziate il 31 agosto del 2011 e la consegna degli stessi è fissata per il 30 ottobre prossimo. Riguardiamo il cantiere, ma non vediamo nessun mezzo al lavoro e nessun mattone accatastato. Neanche le fondamenta sono state realizzate. Una situazione che lascia presumere che i tempi di consegna, molto probabilmente, non verranno rispettati. Lo stesso dubbio è sorto alla lista civica "Gente di Rho", capeggiata da Marco Tizzoni, che dopo un sopralluogo sul cantiere ha protocollato una interrogazione al sindaco e all'assessore competente.

Cantiere Erp Lucernate © Gemme/MilanoToday

L'appalto per la costruzione degli alloggi Erp è stato assegnato il 22 giugno del 2011 dal comune di Rho alla Biserni Costruzioni Generali, ditta di Reggio Emilia, per un importo superiore ai nove milioni di euro: 9.261.781, per essere precisi. L'azienda ha iniziato i lavori qualche giorno dopo, il 31 agosto, ma ad oggi il cantiere non sembra in dirittura d'arrivo, "Il cantiere risulta essere in totale stato d'abbandono", scrivono i membri di Gente di Rho nella loro interrogazione.

"È stato fatto solo lo scavo, poi il nulla!", ha dichiarato Tizzoni a MilanoToday. "Vogliamo che i lavori riprendano il più presto possibile e che procedano velocemente. Il fabbisogno di case in questi ultimi mesi è una delle criticità più emergenti e preoccupanti — prosegue in consigliere comunale di minoranza —. A causa della crisi vi sono molte famiglie che hanno bisogno di questi alloggi, e i dati ci dicono che aumenteranno anche per l'anno in corso. Ottanta appartamenti non saranno certo la soluzione al problema, ma tenere fermo questo investimento già finanziato da anni con i nostri soldi e le nostre tasse è un atto vergognoso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucernate: nessun mezzo al lavoro sull'area degli alloggi Erp

MilanoToday è in caricamento