menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex sede di Telerepoter

L'ex sede di Telerepoter

Occupazione ex sede Telerporter, Cecchetti: "La condotta degli attivisti deve essere censurata"

Fabrizio Cecchetti ha presentato una interrogazione all'assessore alla sicurezza della regione Lombardia: "Bisogna ristabilire la legalità sull'area"

Il vicepresidente del consiglio regionale lombardo, il rhodense Fabrizio Cecchetti, ha preso parola sul tema dell'occupazione dell'ex sede di Telereporter. Lo stabile, situato in via Tavecchia a Rho e abbandonato da alcuni anni, è stato occupato nella mattinata di sabato dagli attivisti del centro sociale Fornace con l'obiettivo di ricavarne all'interno delle situazioni abitative per le famiglie che non hanno una casa.

“L’emergenza abitativa è un tema molto delicato che va affrontato con serietà e urgenza, ma ciò non può giustificare un’occupazione abusiva di uno stabile privato”, si legge in una nota.

Cecchetti ha presentato una interrogazione scritta all'assessore alla sicurezza regionale in cui chiede "quali azioni intenda adottare Regione Lombardia per garantire il ripristino della legalità".

“La condotta degli attivisti del centro sociale rhodense – si legge nell'interrogazione — deve essere censurata. Ci possono essere disagi abitativi e in alcuni casi l’urgenza di procurarsi un alloggio. Questo però non giustifica comportamenti contro la legge e i diritti di altri soggetti nonché azioni in spregio rispetto a chi ha fatto sacrifici per ottenere invece un’abitazione in maniera lecita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento