menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auditorium di Rho

L'auditorium di Rho

Cin&Forum: quest’anno si va al cinema anche il martedì pomeriggio

La stagione del Cin&Forum è ripresa lo scorso fine settimana. Si allarga l'offerta: nel 2014 film anche martedì pomeriggio. Invariato il prezzo del biglietto

Sabato scorso è iniziata la nuova programmazione di Cin&Città, il cineforum organizzato dal comune di Rho. La stagione 2014 porta con sé una novità: oltre alla possibilità di tesserarsi per una delle tre consuete serate (martedì, mercoledì o giovedì) i cittadini potranno scegliere anche le proiezioni del martedì pomeriggio. 

Invariato il costo del biglietto: 6 euro per una singola proiezione (4 euro per gli under26 e gli over65); 50 euro per l’abbonamento a tutte le venti proiezioni. 

“Abbiamo voluto allargare la scelta introducendo la proiezione del martedì pomeriggio, in modo da favorire anche i giovani e gli anziani — spiega Giuseppe Scarfone, assessore alla cultura —. L’allargamento delle proiezioni è stato reso possibile grazie al recente finanziamento della Fondazione Cariplo di euro 146.999,98 per il progetto “Cine-forum culturale – L’Auditorium di via Meda risponde alla città” per adeguare al digitale la sala e per migliorare l’offerta culturale. Questi contribuiti, oltre all’ulteriore sforzo dell’Amministrazione, hanno permesso di lasciare invariati i costi dei biglietti rispetto al 2013, in modo da mantenere accessibile questa forma di linguaggio artistico.”

Il cartellone pubblicato dal comune.

martedì 21, ore 17.00 e 21.00
mercoledì 22, giovedì 23 - ore 21.00    

La vita di Adele
un film di Abdellatif Kechiche con Léa Seydoux, Adèle Exarchopoulos, Salim Kechiouche, Mona Walravens – Francia, 2013 - 179 minuti.
Adele è adolescente e non ha dubbi: le ragazze stanno coi ragazzi. La sua visione del mondo però inizia a vacillare il giorno in cui incontra Emma, una giovane donna dai capelli blu, che le farà scoprire il desiderio e le permetterà di realizzarsi come donna e come adulta. Sotto lo sguardo di chi la circonda, Adele cresce, cerca se stessa, si perde, si trova di nuovo...
Una storia d'amore raccontata con molta naturalezza, senza escludere nessun aspetto di una relazione amorosa, tra cui emozioni e sensualità. Il film - che è tratto da un fumetto - ha vinto la Palma d'Oro a Cannes 2013.

martedì 28, ore 17.00 e 21.00
mercoledì 29, giovedì 30 - ore 21.00    

La mafia uccide solo d’estate
un film di Pierfrancesco Diliberto con Cristiana Capotondi, Pierfrancesco Diliberto, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioè, Ninni Bruschetta – Italia, 2013 – 90 minuti.
Arturo nasce a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, viene eletto sindaco. Il bambino tenta di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito. Crescere e vivere per Arturo non è semplice: è un ragazzo come tanti altri dell'Italia degli anni '70 ma, a differenza dei suoi coetanei del nord, è costretto a fare i conti con le infiltrazioni e le azioni criminose della mafia nella sua città, delle quali all’inizio non si accorge neppure. 
Questi i temi al centro del primo film da regista di Pierfrancesco 'Pif' Diliberto, in un certo senso anche qui 'Testimone' delle vicende raccontate, nelle quali la finzione non fa che tessere una trama umoristica e seria al tempo stesso per riflettere spunti autobiografici e fatti storici realmente e tragicamente accaduti.

martedì 4 febbraio, ore 17.00 e 21.00
mercoledì 5, giovedì 6 - ore 21.00        

Still life 
un film di Uberto Pasolini con Eddie Marsan, Joanne Froggatt, Karen Drury, Andrew Buchan, Neil D'Souza, David Shaw Parker, Tim Potter, Paul Anderson, Italia, Gran Bretagna 2013 – 87 minuti.
John May è un impiegato incaricato di provvedere alla sepoltura delle persone i cui parenti sono introvabili. Nel suo impegno di dare dignità a chi è morto in solitudine, compone con grande sensibilità gli elogi funebri e sceglie accuratamente la musica per il funerale, cercando con ostinazione di rintracciare parenti e amici. Un giorno gli viene comunicato che il suo lavoro non è più ritenuto utile...
L'italiano Uberto Pasolini - tra i produttori di Full Monty – regala al pubblico un’opera unica e piena di poesia, con un Eddie Marsan insuperabile nel dar vita a un solitario, umile ma affascinante personaggio che ha cura per i vivi, ma ancor più per i morti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento