menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sala consigliare del comune senza le minoranze

La sala consigliare del comune senza le minoranze

Rho, le minoranze lasciano la sala consigliare

Forza Italia, Lega e Gente di Rho volevano approfondire le cause che hanno portato i dipendenti comunali ad organizzare uno sciopero per la giornata del 30 settembre

I gruppi consigliari di minoranza hanno lasciato l'aula del parlamentarino rhodense per manifestare il proprio dissenso nei confronti delle scelte operate dall'amministrazione guidata da Pietro Romano. È successo nella serata di mercoledì, intorno alle 22.10.

"Abbiamo assistito ad una situazione paradossale", tuonano in comunicato congiunto le minoranze. "I dipendenti comunali per la seconda volta nel corso di quest'anno, sono venuti  in consiglio chiedendo la parola per esprimere il loro punto di vista riguardo alla grave disorganizzazione della macchina comunale e i ritardi dell'amministrazione. Non solo, hanno anche annunciato uno sciopero generale previsto per il 30 settembre 2013. Di fronte a questi fatti gravi vi è stata solo una risposta generica del sindaco".

Forza Italia, Lega Nord e Gente di Rho: i tre gruppi consigliari all'opposizione, hanno quindi chiesto di approfondire le ragioni dell'una e dell'altra parte. "Non hanno voluto. Hanno preferito fare finta di niente e continuare con l'ordinario prosieguo dei lavori", proseguono nella nota. Quindi tutta la parte destra del consiglio si è alzata e ha lasciato l'aula. 

C'è stato qualche attimo di stallo. I consiglieri di maggioranza si sono riuniti e hanno concordato di rimandare i "temi caldi" del giorno — tra cui la mozione riguardante l'istituzione di un registro per le unioni per le unioni civili — al prossimo consiglio comunale. I lavori sono proseguiti con l'approvazione degli "ordini del giorno urgenti".

"Non si può chiudere gli occhi di fronte a problemi gravi, non si può non saper gestire la situazione e farla arrivare a questi livelli. Non si può — concludono le minoranze — non voler parlare di problemi che si tramutano in disservizi per i cittadini e far finta che nulla sia successo!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento