menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede del Pd di Rho

La sede del Pd di Rho

Arresto ex consigliere Addisi: le dichiarazioni del circolo Pd di Rho

Calogero Mancarella e Pietro Bussolati, rispettivametne segretario del circolo Pd di Rho e dell'area metropolitana di Milano, hanno commentato l'arresto dell'ex consigliere Addisi

«Il Partito Democratico di Rho e Il Partito Democratico area metropolitana Milano, esprimono profonda amarezza per l'esito dell'inchiesta "Quadrifoglio" che accerta la presenza di infiltrazioni della 'Ndrangheta in Lombardia. Tra i tredici arresti dell'inchiesta figura anche Luigi Addisi, ex consigliere Pd a Rho, con l'accusa di riciclaggio e abuso d'ufficio. Un anno fa — ad indagini non ancora cominciate ma a seguito di alcune intercettazioni — il Pd ha agevolato e accolto le dimissioni di Addisi, che ad oggi peraltro non risulta nemmeno iscritto al Partito Democratico».

Questo è il comunicato diramato nella serata di martedì 28 ottobre da Calogero Mancarella e Pietro Bussolati, rispettivametne segretario del circolo Pd di Rho e dell'area metropolitana di Milano, dopo l'arresto dell'ex consigliere comunale Luigi Addisi, eletto tra le fila della maggioranza nel 2011. Una nota stringata. Succinta. Un comunicato nettamente differente rispetto a quello trasmesso il 12 aprile scorso, in concomitanza con le dimissioni di Addisi.

L'ex consigliere si era dimesso dopo il "polverone" alzatosi in seguito alla pubblicazione — da parte del centro sociale Fornace — di una telefonata risalente al 2011 con Ernesto Palermo, amministratore lecchese arrestato nel corso dell’operazione «Metastasi».

«Leggiamo sui giornali, ancora una volta, il tentativo di discredito del Partito Democratico  attraverso il discredito verso il Consigliere Comunale di Rho, Luigi Addisi», scriveva Mancarella. «Nonostante più volte sia stata ribadita la sua onestà ed etica politica, comprovata anche dai fatti. Nonostante nessuna indagine in corso pregiudica qualsivoglia illazione. Nonostante l'estraneità, comprovata, ai fatti del nostro consigliere Addisi. Nonostante tutto questo, ancora oggi, leggiamo millantanti dubbiosità», proseguiva il segretario del circolo Pd di Rho.

Le dimissioni di Addisi — sempre secondo quanto si legge nella nota di aprile — furono rassegnate spontaneamente. Non solo. furono fotografate dal consigliere dimissionario, postate sulla sua pagina Facebook e commentate con la frase «La dignità non ha prezzo». A chi gli chiese il perché di quella sua decisione rispose «Il problema è che mi sono rotto i coglioni di difendermi dal niente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento