Rho

Rho, solai e finestre "inventati" dal nulla: 12 denunce

Dodici persone - tra cui diversi professionisti del settore - sono state denunciate dal corpo della polizia locale di Rho per false attestazioni edilizie

Finestre che spuntavano come funghi. Nuove pareti per dividere gli ambienti. Solai che lievitavano fino a raggiungere improbabili altezze. 12 rhodensi denunciati dalle forze dell'ordine; tra di essi anche architetti, geometri e direttori lavori. Il motivo: false attestazioni edilizie.

L'operazione - condotta dal corpo della polizia locale di Rho - ha preso il via grazie ad una serie di verifiche incrociate su alcune pratiche edilizie presentate per la ristrutturazione di diversi immobili. Dopo un lungo periodo di indagine le forze dell'ordine hanno scoperto le false attestazioni presentate dai professionisti su opere già realizzate e altre in corso d'opera. Sono così scattate le denunce e le sanzioni di carattere amministrativo. Avevano dichiarato opere realizzate ma non indicate nella dichiarazione di inizio attività. Le pratiche, prima, sono state analizzate e verificate dagli agenti a cui sono seguite attività di accertamento sugli immobili  e - infine - le denunce.

Ora le opere dovranno essere riportate secondo il progetto depositato nell'ufficio tecnico comunale. Una volta eseguita questa operazione si potrà chiedere la ristrutturazione e quindi riapplicare le modifiche - nel pieno rispetto delle normative- infatti queste operazioni non servono solo a salvaguardare solo l'estetica dell'immobile ma soprattuto l'incolumità degli abitanti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho, solai e finestre "inventati" dal nulla: 12 denunce

MilanoToday è in caricamento