Mercoledì, 23 Giugno 2021
Rho Via Armando Diaz

Maxievasione scoperta dalla guardia di finanza di Rho: 570 lavoratori in nero

L'indagine delle forze dell'ordine andava avanti da oltre un anno. Sono all'incirca ottanta i milioni di euro evasi: denunciati i quattro responsabili

Da un anno erano nel mirino della guardia di finanza rhodense, non sono riusciti a farla franca. Dopo dodici mesi di indagini le fiamme gialle di rho sono riuscite a mettere la parola fine sulla lucrosa attività di evasione fiscale relativa a due cooperative di Novate Milanese gestite da un imprenditore di Milano.

Le due cooperative lavoravano nel settore logistico e dei servizi nell'aeroporto varesino di Malpensa. Ottanta, in tutto, i milioni di euro evasi dalle due cooperative: trenta di questi erano stati sottratti dalle imposte sui redditi, i restanti cinquanta - invece - erano erano stati sottratti dall'imposta regionale sulle attività produttive. Ma non è tutto: le cooperative hanno sottratto contributi su ben novecentotrenta lavoratori. Più della metà di questi, esattamente cinquecentosettanta, erano completamente in nero. I restanti trecentosessanta lo erano solo in parte. Una operazione importante che ha portato alla denuncia di quattro persone per frode ed evasione fiscale.

Fatture per operazioni inesistenti e bilanci falsati: questo era il meccanismo delle cooperative per evadere le tasse. Nulla da fare per i "furbetti" che si sono trovati sotto la lente di ingrandimento delle fiamme gialle. Ora la palla passa all'ispettorato del lavoro di Varese che dovrà accertare la somma esatta dell'evasione. Nel frattempo il gip del tribunale di Milano ha disposto il sequestro dei beni di proprietà del legale rappresentante delle cooperative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxievasione scoperta dalla guardia di finanza di Rho: 570 lavoratori in nero

MilanoToday è in caricamento