menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I giovani studenti di Rho

I giovani studenti di Rho

Studenti rhodensi all'auditorium per celebrare la "Giornata della pace"

I giovani rhodensi, accompagnati dall'assessore all'istruzione Alessia Bosani, hanno visto la pellicola "Il Sole dentro" di Paolo Bianchini

Il comune di Rho celebra la giornata nazionale della pace. Venerdì mattina seicento bambini degli istituti De André, Salvo D'Acquisto e Anna Frank, appartenenti agli ultimi due anni delle scuola primaria e alla scuola secondaria di 1° grado, hanno assistito alla proiezione del film "Il Sole dentro", pellicola firmata da Paolo Bianchini.

Il film racconta la storia di due viaggi che si intrecciano, di un filo rosso che collega Europa e Africa, di diritti dell'infanzia negati, della speranza di un futuro migliore. Una pellicola, due temi: si parla di un viaggio proprio oggi, 4 ottobre 2013, che non è solo la giornata nazionale della pace, ma è anche il giorno del lutto nazionale per la tragedia di Lampedusa in cui hanno perso la vita oltre cento persone.

“È brutto parlare di morte ai più giovani, ma è necessario: perché nelle prossime ore sentiranno tanto parlare di quanto successo — ha dichiarato Alessia Bosani, assessore alla scuola e all'istruzione —. Sentiranno i politici in televisione strumentalizzare la tragedia, litigare per scaricarsi le colpe. Sentiranno anche alcuni italiani esprimere ignoranza, odio e razzismo. Bisogna invece ricordare una cosa: che su quel barcone c’erano tanti bambini, tante persone che scappano dalla guerra. Scappano  — ha proseguito — da posti in cui i diritti più elementari non sono garantiti. Il Papa ha detto che l’unica parola che gli viene in mente è: “Vergogna”. A me piacerebbe che da domani si iniziasse a parlare di speranza, la speranza che noi adulti riponiamo nei più piccoli, perché noi non siamo stati capaci di consegnare loro un mondo migliore, ma so che i bambini possono fare molto se si ricorderanno di pensare che non esistono italiani e stranieri, ma un unico mondo fatto di persone che hanno gli stessi cuori e gli stessi sentimenti. E che dovrebbero avere gli stessi diritti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento