menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due sono stati arrestati

I due sono stati arrestati

Falsificavano documenti e carte di credito: arrestati fratelli di Lainate

I due sono stati "pizzicati" in seguito all'ennesima denuncia per truffa. In casa avevano un vero e proprio laboratorio criminale

Conducevano una impresa famigliare, lavoratori autonomi con macchinari in casa. Insomma: come tante piccole aziende italiane. Ma la loro ditta era un po' particolare: si occupava di fabbricare documenti e carte di credito false. Per questo motivo C.G. e C.D., fratelli lainatesi di 39 e 44 anni, sono finiti dietro le sbarre.

Il blitz dei carabinieri è scattato dopo l'ennesima denuncia per truffa. Quando le forze dell'ordine hanno varcato la soglia dell'abitazione si sono trovati davanti ad un vero e proprio "laboratorio criminale". Nella casa, infatti, c'era tutto l'occorrente per la falsificazione di documenti d'identità e carte di credito.

Non solo: i due nascondevano due pistole utilizzate come lanciarazzi e una targa contraffatta, oltre a venti grammi di hashish e un bilancino di precisione. Per fratelli si sono spalancate le porte del carcere di Busto Arsizio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento