Giovedì, 17 Giugno 2021
Lainate Via Solferino, 7

Lainate: completamente "fatto", minaccia i passanti con una mannaia

I carabinieri di Rho arrestano un 35enne albanese: "fatto" di droga, lanciava sassi e minacciava i passanti con una mannaia. Altri arresti nel week-end

Via Solferino a Lainate

E’ stato un week-end di intenso lavoro per i carabinieri della Compagnia di Rho, i quali hanno proceduto tra sabato e domenica a sei arresti. La cattura più significativa è stata quella di R.R., 35enne albanese, coniugato, operaio. A seguito di telefonata al 112, alle ore 21 di domenica i militari del Nucleo Radiomobile di Rho intervenivano nella via Solforino della frazione Barbaiana di Lainate, ove era stato segnalato un soggetto in stato di alterazione psichica, intento a lanciare sassi contro i passanti ed a minacciarli con una mannaia.

Fatta irruzione all’interno, dopo una breve colluttazione riuscivano ad immobilizzarlo. Ritenendo che il soggetto potesse essere sotto effetto di droghe, i Carabinieri procedevano a perquisizione personale e domiciliare, rinvenendo e sequestrando: 25 grammi di cocaina, 200 grammi di sostanza da taglio, materiale per il confezionamento delle dosi, nonché la mannaia utilizzata per minacciare i passanti.

Inevitabili le manette: l’albanese dovrà rispondere di minaccia aggravata e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Sempre per droga, questa volta ad Arese, sono stati arrestati tre giovani: un 27enne artigiano della Provincia di Venezia e due operai tunisini di 24 e 28 anni, operai, residenti nella Provincia di Ravenna.

Da tempo tenuti sotto controllo in quanto gravitanti in zone boschive abitualmente dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti, i militari della locale Stazione li bloccavano alle ore 18.00 di ieri lungo la via Luraghi di Arese, a bordo della Alfa Romeo 156 sulla quale erano soliti spostarsi. Alla vista dei Carabinieri, gettavano un involucro dal finestrino, che subito raccolto risultava contenere 80 grammi di eroina. In possesso dei due tunisini venivano inoltre trovati 3mila euro in banconote di piccolo taglio, provento della pregressa attività di spaccio.

I tre venivano tratti in arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Ancora ad Arese, ma questa volta per furto, è stata arrestata una coppia di romeni, marito e moglie, entrambi 37enni, nullafacenti, senza fissa dimora e pregiudicati. Sempre i Carabinieri della Stazione di Arese li hanno bloccati mentre tentavano di caricare su un furgone dei cavi in rame appena asportati dalla locale piattaforma ecologica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lainate: completamente "fatto", minaccia i passanti con una mannaia

MilanoToday è in caricamento