Domenica, 13 Giugno 2021
Lainate Via Adda

Tenta il suicidio inalando monossido: salvata dai carabinieri

È successo domenica pomeriggio a Lainate. La donna è stata ricoverata all'ospedale di Rho in prognosi riservata. Non sarebbe in pericolo di vita

Una pattuglia dei carabinieri

Ha tentato di togliersi la vita inalando del monossido di carbonio ma è stata salvata dai carabinieri. È successo nel pomeriggio di domenica a Lainate, nel milanese. Protagonista del fatto: una operaia di 50 anni.

Il fatto. La donna presa da un momento di sconforto da problemi famigliari si è chiusa all’interno del box di casa. Con un tubo di gomma ha collegato lo scarico dell’auto all’abitacolo, poi è salita a bordo e ha acceso il motore. Voleva farla finita, ma è stata salvata dai carabinieri della radiomobile.

Quando i militari, allertati da alcune vicine di casa, sono entrati nel box hanno trovato la 50enne priva di sensi ma ancora viva. I carabinieri l’hanno sollevata e trasportata all’aria aperta. Successivamente è stata soccorsa dai sanitari del 118 che l’hanno trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Rho, dove è stata ricoverata in prognosi riservata. Fortunatamente non è in pericolo di vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio inalando monossido: salvata dai carabinieri

MilanoToday è in caricamento