menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La mappa dei lavori per il teleriscaldamento

La mappa dei lavori per il teleriscaldamento

Rho: estate bollente per i lavori del Teleriscaldamento

I lavori per il teleriscaldamento proseguiranno per tutta l'estate: 10 cantieri aperti per la posa di 8,5km di tubi

Nella giornata di mercoledì dovrebbero concludersi i lavori per la posa dei tubi del teleriscaldamento in via Dante. Tutto tornerà alla normalità, ma è solo l’inizio. Durante l’estate, infatti, il centro città sarà interessato da diversi cantieri per la posa dei tubi del teleriscaldamento. «Tutto — hanno assicurato i vertici di Net, la società pubblica che sta curando i lavori — si concluderà per la prossima stagione termica». In poche parole: entro la fine di ottobre di quest’anno.

Procediamo con ordine. Il teleriscaldamento è una forma di riscaldamento che, attraverso una rete di distribuzione interrata, distribuisce acqua calda alle abitazioni. Il calore è prodotto da un’unica centrale termica — nel caso di Rho dal termovalorizzatore Silla2 e da una centrale di cogenerazione presenta a Mazzo — e distribuita nelle strutture private. Il vantaggio è questo: un’unica, e gigantesca, caldaia immette meno Co2 nell’ambiente rispetto a numerose singole. Ciò significa meno inquinamento e aria più pulita.

Il teleriscaldamento nei prossimi mesi arriverà nelle vie centrali di Rho. Potranno allacciarsi tutte le strutture interessate. Anche se, principalmente, è rivolto alle costruzioni esistenti: condominii che, per ovvie ragioni, non possono sviluppare un impianto di riscaldamento basato su nuove tecnologie. Il sistema interessa alla cittadinanza: «Con l’entrata in servizio del sistema — hanno spiegato i vertici di Net  martedì mattina durante una conferenza stampa in Municipio — puntiamo a spegnere ventidue grosse caldaie del centro di Rho, con una ricaduta positiva sull’emissione di anidride carbonica». Tra i primi edifici che adotterà questa tecnologia c’è il palazzo municipale: «con il teleriscaldamento — ha assicurato Gianluigi Forloni, assessore all’ecologia — andremo a sostituire l’obsoleta centrale termica che produce acqua calda per il palazzo comunale e alcune sue pertinenze».

Il cantiere per la posa dei tubi interesserà tutto il centro città. Nelle prossime settimane, a partire dal 14 luglio, si apriranno dieci cantieri e, in totale, verranno posati circa 8.5km di tubi.. «Ogni cantiere durerà al massimo 30 giorni — hanno assicurato i dirigenti di Net —. Diversi interventi si chiuderanno prima del termine stabilito. Sicuramente non andremo oltre».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento