Nerviano

È stata sgomberata dopo oltre 12 ore di trattativa la villa di Nerviano confiscata

L'immobile entrerà a far parte del patrimonio del comune che realizzerà un progetto di housing sociale

È stata liberata dopo una estenuante trattativa durata oltre 12 ore la villa di via Ponchielli a Nerviano (hinterland Nord-Ovest di Milano) confiscata per motivi patrimoniali a una famiglia di origini macedoni.

L'operazione era iniziata alle 7:45 di venerdì 4 giugno quando le forze dell'ordine si erano presentate davanti alla recinzione della casa con in mano un mandato emesso dal tribunale. La famiglia all'interno dell'abitazione si era opposta e la moglie del capofamiglia era salita sul tetto sin dalle prime ore del mattino dove, nel tardo pomeriggio, era stata colta da un lieve malore, fortunatamente nulla di serio. Diversi famigliari avevano continuato a ribadire per tutta la giornata che la casa era stata regolarmente acquistata mentre il capofamiglia aveva ribadito che aveva presentato ricorso contro la misura.

Intorno alle 19:40 polizia, carabinieri e ghisa sono riusciti a liberare l'abitazione e sono stati apposti sigilli su porte e finestre. L'immobile, attualmente di proprietà demaniale, entrerà a far parte del patrimonio del comune che realizzerà un presidio di housing sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stata sgomberata dopo oltre 12 ore di trattativa la villa di Nerviano confiscata

MilanoToday è in caricamento