Nerviano

Nerviano, Consiglio "spilorcio": 100 (miseri) euro per alluvionati

Non una gran figura dei consiglieri nervianesi: su 20 politici, in 8 hanno devoluto il proprio gettone presenza agli alluvionati del Veneto. Raccolta la "miseria" di poco più di 100 euro

Una seduta del Consiglio comunale nervianese

Consiglio comunale di "genovesi", nonostante i chilometri di distanza dalla Liguria? Sembrerebbe proprio così. E' accaduto a Nerviano, nel Milanese. Una bellissima iniziativa di solidarietà, infatti, si è trasformata in una pessima figura da parte dei consiglieri comunali nervianesi. 

Durante la seduta tenutasi lo scorso 2 febbraio fu approvata una mozione - presentata dal gruppo consigliare della Lega Nord - in cui si invitavano i consiglieri comunali a devolvere il proprio gettone di presenza a favore degli alluvionati del Veneto.

Il primo cittadino, Enrico Cozzi, si impegnò davanti al consiglio comunale per evitare che il contributo da parte del Comune non fosse risibile. Sulla vicenda è calato il silenzio, fino a quando è stato reso noto un documento da cui si legge che sono stati versati sul conto corrente della regione Veneto poco più di 100 euro.

123 euro, per l'esattezza. Un contributo risibile, coincidente con il solo gettone di presenza di 8 consiglieri comunali, sui venti che siedono in sala Borgognone, sede del consiglio comunale nervianese.

Una situazione che ha spinto il capogruppo della Lega Nord - Massimo Cozzi - a fare una interrogazione urgente con richiesta di risposta scritta da parte del consiglio comunale Nervianese affinché il contributo da parte dell'amministrazione non si fermi soltanto a quella manciata di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nerviano, Consiglio "spilorcio": 100 (miseri) euro per alluvionati

MilanoToday è in caricamento