menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvini e i Lumbard al Fungo di Garbatola

Salvini e i Lumbard al Fungo di Garbatola

Fungo di Garbatola, Salvini: «Lo metteremo tra le attrazioni dell'esposizione universale»

Il segretario della Lega Nord, durante un sopralluogo, ha dichiarato: «Ci impegneremo affinché l'area venga messa in sicurezza». Il sindaco: «Sul caso sta lavorando la Procura della Repubblica»

«Metteremo questo edificio tra le attrazioni dell’Expo». Così ha ironizzato Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, durante il sopralluogo con la sezione nervianese dei Lumbard al “Fungo” di Garbatola, l’edificio abbandonato di via XX Settembre a Garbatola.

L'edificio. Il “Fungo” fu costruito nei primi anni ’90 come struttura ricettiva, ma non fu mai utilizzato. L’amministrazione comunale, nel dicembre del 2008, firmò il cambio di destinazione d’uso: da ricettivo a residenziale e con esso la proprietà si impegnò a realizzare due opere di compensazione: una rotonda sul Sempione all'altezza del ristorante "La Guardia" e una pista ciclabile che collegasse Nerviano a Parabiago. Ad oggi nulla di tutto ciò è stato fatto. Non solo: l’area verde attorno alla costruzione si è trasformata in una discarica abusiva in cui si trovano tonnellate di rifiuti.

«L’area va messa in sicurezza, ci impegneremo con la proprietà affinché assolva i propri doveri — ha dichiarato Salvini —. Se tutta l’area fosse pulita e l’edificio ristrutturato si potrebbe dare un tetto a centinaia di sfrattati in questa situazione di crisi. È una vergogna che questo spazio sia lasciato a sé stesso». 

Il tema era approdato anche sui banchi del consiglio comunale di Nerviano a seguito di diverse interrogazioni depositate dalla sezione nervianese della Lega Nord. L’ultima fu discussa lo scorso autunno e in quel caso il primo cittadino, Enrico Cozzi, riferì che sul caso stava lavorando la Procura della Repubblica di Busto Arsizio.

«Non abbiamo bisogno di suggerimenti — chiosa Enrico Cozzi, interpellato telefonicamente da MilanoToday dopo le dichiarazioni di Salvini —. Abbiamo fatto un esposto alla Procura della Repubblica che ora sta effettuando tutti gli accertamenti del caso. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare. Si tratta di un’area privata ed esistono delle regole che vanno rispettate».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento