menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco e i cittadini (Foto Paolo G. / «Sei di Nerviano se»)

Il sindaco e i cittadini (Foto Paolo G. / «Sei di Nerviano se»)

Chiusura uffici postali: la protesta di Sant'Ilario arriva in piazza Cordusio

Settanta cittadini di Sant'Ilario, con il sindaco e parte della giunta di Nerviano, hanno protestato sotto gli uffici della direzione di Poste

«La posta non si sposta». È lo slogan che sabato mattina hanno scandito una settantina di residenti di Sant’Ilario (frazione di Nerviano) sotto le finestre della direzione centrale di Poste, in piazza Cordusio a Milano. Tutti uniti, supportati da parte della giunta guidata da Enrico Cozzi, per evitare la chiusura dell’ufficio postale.

La «serrata» della filiale fa parte del piano di riorganizzazione dettato dai vertici della società, orientato a una riduzione dei costi di gestione. In totale — tra Milano e Provincia, dal mese di aprile — chiuderanno i battenti cinque uffici, mentre altri sette subiranno riduzioni d’orario (Qui l’elenco completo).

Per il momento il «grido» dei cittadini è rimasto inascoltato. Se non ci saranno ripensamenti gli uffici nella «black list» chiuderanno i battenti il prossimo 13 aprile.  Ma contro il piano di riorganizzazione c’è una mobilitazione politica bipartisan. La questione è arrivata al Pirellone, con una interrogazione presentata da Fabrizio Cecchetti (Lega Nord). Se ne discuterà anche a Montecitorio, dove sono state depositate — e sottoscritte da settanta parlamentari — due interrogazioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento