Nerviano Via Bergamina

Nerviano, scioperano i duecento lavoratori della Pibiviesse

La contestazione è scaturita dal licenziamento di due dipendenti per "soppressione di mansione senza possibilità di ricollocamento"

I lavoratori della Pibiviesse (foto Gemme)

Sciopero. Duecento lavoratori della Pibiviesse, anzienda nervianese che realizza valvole, hanno incrociato le braccia nel pomeriggio di giovedì 9 gennaio. Il tutto a causa del licenziamento senza preavviso di due dipendenti.

“Durante le vancanze natalizie — ci spiega Renato Esmeraldi, delegato Fiom — due dipendenti si sono visti recapitare una lettera di licenziamento ‘per soppressione di mansione senza possibilità di ricollocamento’. In poche parole il lavoro che fino ad alcuni giorni prima c’era adesso sembra non esserci più. Non solo: in azienda non ci sarebbe spazio per loro”.

Nel pomeriggio di giovedì i lavoratori si sono riuniti in un’assemblea sindacale al termine della quale hanno aperto lo stato di agitazione permanente con uno sciopero di 45 minuti. Le proteste proseguiranno nei prossimi giorni. I lavoratori non hanno intenzione di alzare bandiera bianca: sciopereranno finché la proprietà non ritirerà i licenziamenti o concederà ammortizzatori sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nerviano, scioperano i duecento lavoratori della Pibiviesse

MilanoToday è in caricamento