menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un frame del video caricato su Youreporter

Un frame del video caricato su Youreporter

Novate: tensione al banchetto di CasaPound

Nella giornata di domenica ci sono stati attimi di tensione tra alcuni attivisti di CasaPound e alcuni antifascisti. Nessuno scontro

Attimi di tensione domenica pomeriggio in piazza Pertini a Novate Milanese durante un banchetto di CasaPound. 

I membri del movimento, candidato alle elezioni comunali del prossimo 25 maggio, stavano volantinando in piazza Pertini. Poco più in là era stato organizzato un presidio di alcuni attivisti di sinistra. In mezzo, a vigilare sulla situazione, due fila di forze dell’ordine: carabinieri per gli estremisti di destra; polizia per gli estremisti di sinistra. 

Ad un certo punto, mentre un altoparlante intonava “Bella Ciao”, la situazione si è scaldata: gli attivisti di entrambi gli schieramenti si sono avvicinati al cordone di forze dell’ordine. I sostenitori di CasaPound sembravano intenzionati a raggiungere gli antagonisti. Carabinieri e polizia hanno subito serrato le fila. Ci sono stati solo brevi attimi di nervosismo. Da entrambe le parti è volato qualche insulto (come testimoniato da un video di Youreporter), poi le forze dell’ordine hanno fatto indietreggiare entrambi gli “schieramenti” e la situazione si è tranquillizzata.

Una campagna elettorale tesissima per il movimento di estrema destra. Nella notte tra domenica e lunedì in piazza Pertini a Novate è comparsa una scritta rivolta agli attivisti di CasaPound: «Tutti a Loreto, fascisti infami».  «Le vostre minacce e la vostra macchina del fango non ci fermerà!», ha replicato sul suo profilo facebook la candidata a sindaco Angela De Rosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento