rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Rho Rho / Via Alcide De Gasperi

Rho: una ordinanza contro le "lucciole"

Il sindaco di Rho ha varato una ordinanza temporanea, valida fino al prossimo 31 ottobre, per contrastare iI fenomeno della prostituzione

Il comune di Rho prende provvedimenti conto le lucciole. Il primo cittadino rhodense, Pietro Romano, ha firmato un'ordinanza per cercare di arginare il fenomeno della prostituzione.

L'ordinanza sarà in vigore fino al 31 ottobre prossimo e cercherà di contenere il fenomeno in alcune aree della città dove, soprattutto nei mesi estivi, viene esercitata tale attività. Le disposizioni di Romano vietano la prostituzione sull'intero territorio comunale e prevedono una sanzione di 500 euro per chi le infrange.

“Arginare il fenomeno della prostituzione è sempre molto difficile, soprattutto il business che ruota attorno allo sfruttamento della prostituzione — ha dichiarato il primo cittadino di Rho —. Però è doveroso dare un segnale, perché la prostituzione è un fenomeno invadente che offende il decoro e l’immagine della città, generando senso di insicurezza e degrado soprattutto nelle zone dove il fenomeno è più esteso. Ho accolto  — prosegue Romano — le numerose lamentele e le preoccupazioni dei cittadini, che subiscono forti limitazioni al quieto vivere dovute proprio all’insistente presenza di prostitute e dei “clienti” nelle immediate vicinanze delle abitazioni, pregiudicandone le condizioni di vivibilità e di sicurezza”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho: una ordinanza contro le "lucciole"

MilanoToday è in caricamento