rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Rho Rho / Via San Bernardo

Orti urbani sul terreno sequestrato alla criminalità organizzata

È il primo bene confiscato alla criminalità organizzata che entra tra i possedimenti del comune di Rho. Il progetto degli orti urbani partirà nei prossimi mesi

Ventitré presenti. Ventitré voti favorevoli. Il terreno confiscato alla criminalità organizzata di via San Bernardino è di proprietà comunale. Lo ha deciso all’unanimità il parlamentino rhodense, riunitosi nella serata di mercoledì.

Tutto era iniziato lo scorso mese di maggio quando arrivò al municipio una comunicazione dell'Ansbc (agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, ndr) che informava l'amministrazione comunale riguardo a un terreno confiscato dal tribunale di Milano ad una organizzazione criminale nel 2010.

Il sindaco e la sua squadra si fecero avanti e oggi il terreno è di proprietà comunale. “È il primo bene confiscato alla criminalità organizzata che entra a far parte delle proprietà comunali — ha dichiarato Pietro Romano, sindaco di Rho, durante la riunione —. Penso sia un momento importante, un bel segnale che va sulla stessa direzione di questa amministrazione di lotta alla criminalità organizzata”.

L’area, data la sua natura agricola, sarà presto trasformata in orti urbani. Non è ancora chiara la tempistica, ma l’assessore al verde pubblico Forloni ha rassicurato: “Il progetto non è molto oneroso e abbiamo la disponibilità economica per realizzarlo. Gli orti prenderanno forma nei prossimi mesi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti urbani sul terreno sequestrato alla criminalità organizzata

MilanoToday è in caricamento