menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il reparto di medicina nucleare della Salvini

il reparto di medicina nucleare della Salvini

Bollate-Niguarda, è nata una «Task Force» di medicina nucleare

È la prima unità operativa interaziendale della Lombardia

A Bollate è nata l’Unità Operativa Interaziendale di medicina nucleare. Grazie ad una convenzione stipulata tra le aziende ospedaliere “Salvini” e Niguarda-Ca'Granda sarà migliorata l’offerta qualitativa e quantitativa delle prestazione medicina nucleare erogate presso le due strutture sanitarie.

L’accordo qualifica l’Unità Operativa bollatese che di recente è stata dotata di una seconda “Gamma camera” e permetterà anche di valorizzare le competenze professionali degli operatori della medicina nucleare. Gli obiettivi principali, come sottolineato dal direttore generale Ermenegildo Maltagliati oltre che qualitativi e quantitativi delle due strutture puntano a «definire procedure unificate per tutte le prestazioni erogate: Saranno attivate procedure di integrazione del personale medico con particolare riferimento alle prestazioni quali PET e terapia radio metabolica, coordinando l’aggiornamento tecnologico e quello tecnico-professionale del personale operante. Questa convenzione permetterà al servizio di essere continuativo e di non subire delle interruzioni».

 «A Bollate è già operativa la nuova gamma camera e grazie alla presenza del secondo medico verranno ottimizzati i tempi di lavorazione e programmazione degli esami — afferma Tiziana Caldarulo direttore sanitario d’Azienda — Ciò consentirà una significativa riduzione dei tempi d’attesa». L’accordo prevede anche che i pazienti già accettati dalla medicina nucleare di Bollate, che sarebbero stati rinviati in caso di  guasti od interruzioni tecniche,  possano essere trasferiti a Niguarda per espletare gli esami richiesti. 

»Questa iniziativa è da considerarsi una anticipazione e sperimentazione della nuova organizzazione “in rete” degli ospedali — spiega il dottor Giuseppe Genduso, direttore sanitario del Niguarda — con lo scopo di migliorare la qualità e disponibilità di prestazioni ad alta tecnologia attraverso la qualificazione dei professionisti e condivisione delle risorse tecnologiche ed umane».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento