Rho Via Figino

Chiede un passaggio ai poliziotti e poi li aggredisce: arrestato

È successo nella notte tra giovedì e venerdì a Pero (Milano). Dietro le sbarre un 42enne peruviano, irregolare in Italia

Una volante della polizia (immagine repertorio)

Ha scambiato la pantera della polizia per un taxi. Voleva uno «strappo» per la stazione centrale, ma quando ha aggredito i poliziotti è stato accompagnato nel carcere di San Vittore. È successo nella notte tra tra giovedì e venerdì a Pero (Milano). Dietro le sbarre: un pregiudicato peruviano di 42 anni.

Tutto è iniziato intorno alle 22.30 in via Figino dove i poliziotti hanno notato un uomo che cercava di attirare la loro attenzione. Quando gli agenti si sono fermatati e hanno ricevuto la richiesta sono scattati gli accertamenti: è emerso che il 42enne era irregolare sul suolo italiano. 

Intuito che sarebbe stato trasportato al commissariato per l’avvio della procedura di espulsione, il 42enne, ha aggredito un poliziotto con un pugno allo stomaco e poi ha cercato di scappare. Non è andato molto lontano: è stato fermato e ammanettato dopo alcuni metri. Per lui si sono spalancate le porte di San Vittore, deve rispondere del reato di resistenza, violenza e lesione a pubblico ufficiale. Il 42enne al momento dell’arresto, come riportato dal 113 in una nota, «non  era ubriaco, ma perfettamente lucido e cosciente». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede un passaggio ai poliziotti e poi li aggredisce: arrestato

MilanoToday è in caricamento