rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Pero Pero / Sommaria

Quelli che volevano far esplodere il Comune di Pero: fermati

Quattro malavitosi di Pero volevano far saltare in aria la sede del comune perché al 'capo' non veniva concesso un alloggio popolare

Sgominata una banda malavitosa a Pero. L’operazione è stata condotta dai carabinieri della tenenza cittadina che hanno eseguito delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal tribunale di Milano. La banda era capeggiata da un 59enne pluripregiudicato originario di Foggia, da tempo residente a Pero. Oltre a lui c’erano due ventenni ed un 41enne.

I quattro, dallo scorso mese di ottobre, si erano resi responsabili di numerosi reati tra cui l’incendio di diciannove autovetture, spaccio di stupefacenti, estorsione e spendita di banconote false. Nello specifico, gli incendi di autovetture erano delle vere e proprie intimidazioni finalizzate a ‘dirimere’ qualsivoglia dissidio, anche di natura condominiale, ovvero ‘risolvere’ contrasti sorti nella gestione dello spaccio di droga.

Ma le condotte più gravi venivano poste in essere nei confronti del comune di Pero. Su ordine del capo banda, il quale imputava all’amministrazione comunale perese di non concedergli sussidi ed un alloggio Aler è stata danneggiata l’autovettura di un dipendente comunale.

Ma non è tutto: la banda voleva mettere in pratica un vero e proprio attentato della sede del municipio, o in alternativa degli alloggi Aler in via Sommaria.  A ridosso del capodanno 2012, gli arrestati, avevano in mente di far crollare la struttura mediante lo scoppio di una bombola del gas. Solo mirati servizi preventivi dei Carabinieri hanno indotto i malviventi a desistere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quelli che volevano far esplodere il Comune di Pero: fermati

MilanoToday è in caricamento