Rho Corso Europa

Profughi, città metropolitana: «Ok per accoglienza diffusa». Cecchetti critica Romano

Il consigliere regionale rhodense in forza alla Lega «Romano prima dice che Rho è satura e poi davanti a Sala lascia aperte le porte sull’arrivo di altri clandestini in città»

Profughi in Stazione Centrale

Si è svolto nella giornata di lunedì il summit dei sindaci della Città Metropolitana riguardo l'accoglienza dei profughi. Tema scottante dopo gli ultimi arrivi a Milano. 

Per ora il campo base di Expo — nelle scorse settimane al centro di numerose polemiche — è vuoto e forse rimarrà così: 18 sindaci dei 19 presenti hanno dichiarato di essere disponibili a fare la propria parte. Tradotto: ogni comune si è detto disponibile a ospitare poche decine di migranti. Della stessa opinione Pietro Romano che tuttavia ha imposto una condizione: accoglienza sì, ma senza utilizzare la struttura che ha accolto operai e tecnici che hanno lavorato a Expo.

Una posizione criticata da Fabrizio Cecchetti, consigliere regionale rhodense in forza alla Lega Nord: «Romano si metta d'accordo con sé stesso: prima dice che Rho è satura e poi davanti a Sala lascia aperte le porte sull’arrivo di altri clandestini in città. La verità è che ancora una volta sta prendendo in giro i propri cittadini perché se davvero non volesse nuovi immigrati a Rho direbbe un secco no come ha fatto il sindaco leghista di Cologno Monzese Angelo Rocchi». 

Il primo cittadino del comune del Nord Milano, infatti, è stato l'unico a non rendersi disponibile per un'eventuale accoglienza. Una presa di posizione che non scongiura un'eventuale decisione del prefetto.

Hanno detto di essere disponibili i sindaci di Arese, Bollate, Rho, Garbagnate Milanese, Lainate, Novate Milanese, Legnano, Senago, Sesto San Giovanni, Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Paderno Dugnano, Cusano Milanino, Settimo Milanese, Cornaredo,  Buccinasco e Rozzano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, città metropolitana: «Ok per accoglienza diffusa». Cecchetti critica Romano

MilanoToday è in caricamento