RhoToday

Anche a Rho ci sarà il registro delle coppie di fatto

Il consiglio comunale ha approvato una mozione relativa al registro. Il testo del regolamento sarà redatto nelle prossime settimane da una commissione

Il consiglio comunale di Rho

Il consiglio comunale di Rho, con quattordici voti favorevoli e otto contrari, ha approvato la mozione relativa all'istituzione del registro amministrativo delle unioni civilli presentata da alcuni esponenti della maggioranza rhodense: Stefano Turconi (Sel), Eliona Margjoni (Pd) e Vito Antonio Guglielmo (Idv). Il parlamentarino rhodense ha discusso per oltre un'ora della mozione. 

Diverse le critiche da parte delle minoranze: secondo Stefano Giussani (Lega) "Il registro sarà un flop, lo si è visto in diverse città italiane. Se si fosse trattato di un programma televisivo la Rai lo avrebbe già cancellato dal palinsesto". Critiche anche dal Pdl. Secondo Carolina Pellegrini la maggioranza doveva presentarsi in consiglio con una bozza di regolamento e non delegare tutto il lavoro ad una commissione: "Non sono d'accordo sul metodo. È una questione politica non di diritti", ha tuonato l'ex assessore regionale. Sulla stessa linea del Pdl anche Gente di Rho che, attraverso la consigliera Borghetti, ha bollato la mozione come "una strumentale presa di posizione". 

"Un registro necessario — ha dichiarato durante la seduta Pietro Romano, primo cittadino rhodense —. Prendere atto che la società è composta da coppie di fatto è un atto di grande civiltà".

Ora inizierà il vero e proprio iter per la stesura di un testo comunale per la regolamentazione delle coppie di fatto. La redazione del documento sarà affidata ad una commissione composta da tutte le forze politiche del consiglio comunale. Solo alla fine del lavoro redazionale a Rho si potrà parlare di registro delle coppie di fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento