rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Rho

Salone del mobile, arte, design e... ladri e sfruttatori in azione

Interventi dei carabinieri del Nucleo Fiera al Salone 2011: uno sfruttatore utilizza manodopera clandestina, mentre alcuni espositori "fanno i furbi" rubando dai colleghi

In occasione del Salone del Mobile, che verrà inaugurata nella mattinata odierna, i carabinieri del Nucleo Fiera hanno organizzato dei mirati servizi finalizzati a contrastare i fenomeni del caporalato e dei reati contro il patrimonio.

Come noto, in occasione delle fiere più importanti, gli sfruttatori cercano di intercettare manodopera clandestina, da avviare poi “in nero” soprattutto al settore dell’allestimento degli stando. Ed in questo contesto, delle 4 denunce effettuate dai militari la più importante ha riguardato D.R.R., 32enne di origini brasiliane, residente a Cesano Boscone, titolare di una ditta di “forniture d’interni”.

Dai controlli, è risultato che il soggetto aveva occupato alle proprie dipendenze un connazionale 27enne, clandestino, a sua volta denunciato per mancata esibizione del permesso di soggiorno. Significativa anche la denuncia di un 45enne napoletano il quale, approfittando della sua qualifica di addetto al servizio anti-incendio, si era introdotto all’interno di uno stand, asportando un lampadario del valore di circa 1.000 euro.

In ultimo, un 41enne brianzolo, titolare peraltro di una ditta di allestimenti, è stato denunciato per aver prelevato indebitamente un bancale di pannelli in legno – del valore di 1.000 euro – dallo stand di una ditta concorrente. I controlli dei militari del Nucleo Fiera proseguiranno per tutta la durata della manifestazione espositiva – anche con dei nuclei in borghese antiscippo nelle giornate di massimo afflusso – e soprattutto nelle successive fasi dello smontaggio degli stand.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone del mobile, arte, design e... ladri e sfruttatori in azione

MilanoToday è in caricamento