Rho

Malasanità, archiviata inchiesta ospedale Rho: solo "dispetti tra medici"

Non sono stati ravvisati reati "penali" nelle inchieste che hanno coinvolto l'ospedale di Rho. Per i pm, solo "disorganizzazione e dispetti tra medici"

L'ospedale di Rho

Tutto si è concluso in una bolla di sapone. Che non lascia un'eccezionale nomea al nosocomio, verrebbe da dire, ma tant'è. Nel reparto di chirurgia dell'ospedale di Rho (Milano), intatti, si sono verificati casi di "diagnosi sbagliate", di visite "eseguite in maniera superficiale", di "imperizia" e persino di "dispetti tra medici", tutti episodi, però, che non portano a "responsabilità di carattere penale".

Con queste motivazioni il procuratore aggiunto di Milano Nicola Cerrato e il pm Maura Ripamonti hanno chiesto l'archiviazione di tre distinte inchieste con al centro alcuni episodi di "presunta malasanità", una delle quali vedeva indagato per omicidio colposo Antonio P., l'ex primario dell'ospedale. Pallino, poi trasferito all'ospedale di Garbagnate, sempre nel Milanese, aveva ricevuto, come altri medici, un'informazione di garanzia in seguito alla morte di un anziano di 70 anni che era stato operato il 20 febbraio scorso per un'ernia e poi era stato colpito da setticemia.

Operato ancora una volta, dopo 40 giorni in rianimazione, era morto il 4 aprile scorso. I magistrati hanno disposto una consulenza medico-legale che ha evidenziato alcune "forme di imperizia" da parte dei medici soprattutto in due interventi a cui è stato sottoposto l'anziano. Per i periti, però, non c'é "nesso causale" con la morte.

Al centro dell'inchiesta c'erano poi una ventina di episodi di presunte lesioni colpose a danno di altri pazienti. I pm, dopo aver spiegato che nessuno di loro ha sporto querela, scrivono che non "appaiono utili indagini" perché si possono "escludere" responsabilità penali, perché gli interventi chirurgici hanno avuto "buon esito", indipendentemente dalle "disfunzioni di carattere organizzativo all'interno del reparto". Si è trattato piuttosto, scrivono i pm, di "diagnosi sbagliate (ma superate dal successivo tempestivo intervento di altri medici) di visite omesse o eseguite in maniera superficiale per dispetti tra medici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malasanità, archiviata inchiesta ospedale Rho: solo "dispetti tra medici"

MilanoToday è in caricamento