Mercoledì, 23 Giugno 2021
Rho

Rho, operazione “Transformers”: 21 denunce, “truccavano” i tir

Possesso di documenti falsi, guida senza patente, ricettazione, sfruttamento di manodopera clandestina e immigrazione. 21 denunce nel rodense: modificavano illegalmente autocarri

L'indagine, conclusa oggi, era partita qualche tempo fa da un normale controllo sulle strade. Un cittadino ecuadoriano, alla guida di un tir, aveva mostrato agli agenti una carta di circolazione con specifiche tecniche diverse da quelle del camion. Il tir, infatti, è risultato di mezzo metro più lungo e con telaio contraffatto.


Da qui è partita l'operazione delle Unità specializzate sull'autotrasporto del Corpo di Polizia Locale rhodense. Gli accertamenti, durati alcuni mesi, hanno condotto al sequestro di 5 autocarri modificati: telai contraffatti e motori modificati per avere il "turbo"; cabine e interni modificati e, in un caso, non regolare registrazione di targhe e di documenti alla Motorizzazione.

  I tir venivano poi rivenduti con parti meccaniche manomesse  


I camion venivano poi rivenduti con pezzi meccanici di dubbia provenienza e legalità e assemblati in officine e carrozzerie compiacenti, in spregio a qualsiasi norma sulla sicurezza per i conducenti stessi e per la circolazione stradale. Gli inquirenti, adesso, stanno cercando di individuare le officine compiacenti per accertarne le responsabilità.


Fino a questo momento l'operazione Transformers ha portato alla denuncia di venti cittadini sudamericani, per lo più ecuadoriani e peruviani, impiegati e sfruttati nell'attività di autotrasporto conto terzi come conducenti; costoro, all'atto delle verifiche, hanno esibito documenti falsi o contraffatti, nello specifico patenti nazionali e internazionali.


Tutti i documenti posti sotto sequestro, sono stati già sottoposti a perizia e sono risultati falsi. Denunce anche per guida senza patente, ricettazione, sfruttamento di manodopera clandestina e immigrazione clandestina. Irregolarità sono emerse anche sulle autorizzazioni per il trasporto in conto terzi: in alcuni casi risultavano inesistenti e in altri cessate per fallimento o per messa in liquidazione delle società di autotrasporto. Il tutto in evidente violazione della vigente normativa fiscale, tributaria e stradale.


Soddisfatto dell'esito dell'operazione il sindaco di Rho, Roberto Zucchetti: "Il nuovo successo conseguito dai nostri Agenti, guidati con efficienza dal Cte Antonino Frisone, rappresenta la conferma dell'ottimo lavoro di squadra che si è riusciti a creare sul nostro territorio: non solo si collabora in modo efficace tra gli stessi Agenti, ma si lavora a stretto contatto con le altre Forze dell'Ordine, in base al rispetto per i ruoli reciproci, ma con l'unico obiettivo di salvaguardare la sicurezza nelle nostre città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho, operazione “Transformers”: 21 denunce, “truccavano” i tir

MilanoToday è in caricamento