Rho Via Alcide De Gasperi

Rho, operazione “China Export” maxi evasione da 100mila euro

Scoperti in un capannone migliaia di capi di abbigliamento provenienti dalla Cina, per un valore di 500mila euro. La polizia locale e la Guardia di Finanza hanno stimato l'evasione: 100mila euro. Era merce destinata ai negozi di via Paolo Sarpi, Chinatown milanese

Veniva stipata in due capannoni di viale De Gasperi, a Rho, la merce proveniente dalla Cina e destinata alla chinatown di via Paolo Sarpi, a Milano. Lo ha scoperto, a seguito di indagini e di controlli incrociati su strada, la polizia locale in collaborazione con la Guardia di Finanza.
  La merce transitava dalla Spagna ed era destinata a via Paolo Sarpi  

Nei capannoni sottoposti a verifica sono state rinvenute 54.000 paia di scarpe, circa 50.000 tra calze e collant,migliaia di prodotti per imballaggio alimentare, 400.500 accessori di abbigliamento e 10.000 kimoni, per un totale complessivo di valore all'acquisto, dichiarato, per l'importazione di circa 500.000 Euro.



Le scarpe nello specifico venivano dichiarate per un valore d'importazione di 1 (uno) Euro al paio, per essere rivendute all'ingrosso al doppio - 2 Euro - e commercializzate al dettaglio al costo stimato di 10 Euro.

La merce, probabilmente, veniva sdoganata in Spagna, nel porto di Alicante e poi partiva alla volta di Roma nei container per approdare – infine – a Rho, nei capannoni di viale De Gasperi. Le violazioni IVA accertate si aggirano intorno ai 100mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho, operazione “China Export” maxi evasione da 100mila euro

MilanoToday è in caricamento