rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Rho Rho / Via Madonna

Gente di Rho disse "No" alla 'ndrangheta

Romano: "A Rho c'è una classe politica sana ed impermeabile ad ogni tentativo di infiltrazione criminale".

"Senza padrini né padroni". Con questo slogan Marco Tizzoni, capogruppo di Gente di Rho, si presentava ai rhodensi alle elezioni comunali del 2011. Uno slogan che il commerciante rhodense ha rispettato fino alla fine, arrivando a rinunciare ad un pacchetto di voti che gli fu offerto da un conoscente vicino ad una sua candidata in lista.

Con lo scandalo Zambetti il Corriere della Sera ha reso noto che le cosche di 'ndrangheta avevano cercato di intrufolarsi in un'altra amministrazione, più piccola ma cruciale per il futuro di Expo: il comune di Rho. Per fare ciò gli ndranghetisti hanno aspettato dopo il primo turno elettorale, quando finirono al ballottaggio la Lega Nord — insieme alla lista civica Gente di Rho —  e il centrosinistra, che successivamente trionfò alle urne. Un personaggio vicino ad una candidata di Tizzoni offrì al leader della lista circa un centinaio di voti. Ma Tizzoni rispose di no. Una scelta coraggiosa che oggi gli permette di uscire a testa alta dalla vicenda.

"Una conoscente di una persona candidata nella mia lista civica mi avvicinò e mi fece capire che poteva convincere alcune persone a farmi votare — racconta Tizzoni a MilanoToday — . Era una persona che non mi dava l'impressione di essere in contatto con la ndrangheta, però non mi fidavo. Fu così che gli dissi di no. Non volevo fare apparentamenti con gruppi strani".

“È inquietante e preoccupante venire a conoscenza del tentativo di infiltrazione criminale nel comune di Rho durante le elezioni amministrative del 2011 nei confronti di una lista attualmente all’opposizione — ha dichiarato Pietro Romano, sindaco di Rho —. Il tentativo è stato correttamente e immediatamente respinto il che dimostra che a Rho vi è una classe politica sana ed impermeabile ad ogni tentativo di infiltrazione criminale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gente di Rho disse "No" alla 'ndrangheta

MilanoToday è in caricamento