Rho Piazzale Visconti

Rho, prende vita la consulta delle frazioni

Ieri pomeriggio, per la prima volta, si è riunita la consulta delle frazioni. Nel corso della seduta sono stati eletti il presidente e il suo vice.

Prende vita la consulta delle frazioni. Ieri pomeriggio, alle sei di sera, l’organo consultivo si è riunito presso la sala del consiglio comunale per la prima seduta. Durante il primo incontro sono state le nominati il presidente e il suo vice. Tali figure sono state ritrovate nelle persone di Angela Banderali, di Mazzo, e Angelo Brioschi, di Passirana.

La consulta delle frazioni è un organismo consultivo e propositivo. Tra i suoi obiettivi ci sono quelli di promuovere azioni e proposte nell’ambito delle problematiche territoriali, supportando le istanze dei cittadini e delle associazioni. Oltre a questo hanno il compito di favorire l’informazione verso i cittadini sulle tematiche amministrative affrontate dalle istituzioni locali. Ma non è tutto: la consulta delle frazioni, inoltre, deve assicurare un costante collegamento tra le specifiche realtà presenti sul territorio e l’amministrazione comunale.

La consulta delle frazioni è composta da tre rappresentanti per ognuna delle quattro frazioni rhodensi. Angelo brioschi, Franco Gregori, e Mario Severo rappresenteranno Passirana; Antonio di Fazio, Bruno Finotti e Salvatore Ruggero saranno i rappresentanti di Lucernate; Angela Banderali, Amedeo Caruso e Salvatore di Noia saranno i portavoce di Mazzo; Renata de Angeli, Valerio Giannellini e Maurizio Maesan - invece - rappresenteranno Terrazzano.

“Il mio augurio - ha dichiarato Saverio Viscomi, assessore alla partecipazione e ai rapporti con le frazioni - è che la consulta possa lavorare fin da ora con serenità e determinazione e che sia d’impulso e di stimolo alla vita politica della città, in modo da avvicinare sempre più i cittadini delle frazioni alle scelte politiche dell’amministrazione comunale.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho, prende vita la consulta delle frazioni

MilanoToday è in caricamento