Rho Corso Europa

Lega: «Code interminabili per sacchetti dell'immondizia»

La Lega Nord chiede più sacchetti per cittadino e tempi di distribuzione più rapidi. Forloni: «La distribuzione deve seguire dei criteri normativi»

Un sacchetto della spazzatura (foto repertorio)

La sezione rhodense della Lega Nord chiede ad Aser un cambio nella distribuzione dei sacchetti dell’immondizia. «Non è concepibile a ridosso del 2015 dover fare lunghe code per ritirare qualche sacchetti della spazzatura, sufficiente solamente per qualche settimana», ha scritto in una nota Simone Giudici, consigliere comunale del Carroccio.

«È paradossale il metodo di ritiro e per questo invitiamo fortemente Aser e l’amministrazione comunale a cambiare rotta trovando delle soluzioni diverse onde evitare spiacevoli disguidi alla cittadinanza — prosegue Giudici —. In altri comuni ad esempio i sacchetti vengono consegnati direttamente a casa o all’amministratore di condominio e in quantità sufficiente: potrebbe essere un’idea percorribile magari da farsi nel giorni di ritiro della spazzatura stessa invece di assistere a questa consegna medioevale non in linea con la Rho di Expo 2015».

I sacchetti sarebbero insufficienti per le famiglie. «Sempre più frequentemente si vedono per le strade di Rho sacchi di vari colori che presumibilmente sono stati acquistati dai cittadini, perché hanno terminato i pochi di colore arancione distribuiti gratuitamente; terminati  anche perché spesso finiscono sui marciapiedi non riempiti completamente a causa della puzza. L’ assessore Forloni — conclude Giudici — aveva promesso in  Consiglio Comunale, a seguito di una nostra interrogazione, che sarebbero stati distribuiti alle utenze sacchi di volume più piccolo per poter garantire comunque la raccolta bisettimanale, ma purtroppo allo stato attuale le sue sono state solo parole».

«L’operazione di distribuzione, per condomini (quando gli amministratori hanno aderito alle nostre indicazioni) o ai singoli cittadini, deve seguire dei criteri normativi che ovviamente sfuggono al consigliere Giudici, sia per quanto riguarda il numero che i volumi dei sacchi», ha spiegato Gianluigi Forloni, assessore all’ecologia del comune di Rho.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega: «Code interminabili per sacchetti dell'immondizia»

MilanoToday è in caricamento