menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il volantino diffuso dall'amministrazione comunale

Il volantino diffuso dall'amministrazione comunale

Il comune di Settimo Milanese ai cittadini: «Basta reclami sui gruppi facebook»

L'amministrazione, tramite un volantino, ha invitato i cittadini a utilizzare i canali ufficiali: «Sono costantemente monitorati»

Stop a segnalazioni e reclami sui canali non ufficiali. O meglio: le criticità che saranno pubblicate sui canali non istituzionali del Comune saranno ignorate. Succede a Settimo Milanese, comune alle porte di Milano. Ad annunciarlo è lo stesso municipio che nei giorni scorsi — attraverso la pagina ufficiale — ha trasmesso una nota in cui invita i propri cittadini a non usare le pagine gestite da cittadini. 

Il provvedimento è arrivato in seguito alla proliferazione di lamentele su gruppi come «Settimo Milanese .info» o «Sei di Settimo Milanese se…», per citarne alcuni. «Se accettassimo i reclami veicolati tramite un canale non ufficiale, ogni giorno qualche cittadino potrebbe crearne di nuovi e sapremmo costretti a monitorare quelli. Il rischio — si legge nella nota — sarebbe una proliferazione non controllabile di mezzi di reclamo che genererebbero una confusione totale e uno svilimento delle segnalazioni (che invece meritano la giusta attenzione)». 

Il Comune è corso ai ripari chiedendo ai cittadini di usare i canali istituzionali: indirizzo e-mail, numero di telefono del municipio e il modulo per le segnalazioni, presente nella sede dello sportello cittadino. «Monitorati costantemente e giornalmente da dipendenti del Comune».

Tutto diventa molto più complicato quando le segnalazioni arrivano attraverso i canali gestiti dai cittadini: «bisogna sperare che la segnalazione giunga alle orecchie del sindaco assessore (il quale comunque non fa altro che attivare il canale ufficiale) — prosegue l’amministrazione —. Il sindaco/assessore potrebbe non essere iscritto a tali gruppi oppure, per mancanza di tempo, potrebbe non collegarsi a Facebook in maniera costante, venendo quindi a conoscenza delle segnalazioni troppo tardi». 

Pertanto «d’ora in avanti non saranno prese in considerazione lamentele e reclami attraverso canali non ufficiali», conclude la nota. Ai cittadini non resta che adeguarsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

  • Cronaca

    Fabrizio Corona dai domiciliari lancia uno shop di cannabis light

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento