menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stabile di via Tavecchia il giorno dell'occupazione

Lo stabile di via Tavecchia il giorno dell'occupazione

Fornace: sgomberato lo stabile di via Tavecchia

L'operazione si è svolta nella mattinat di martedì 12 novembre. Gli attivisti contro il sindaco: "È tempo che Romano se ne vada"

Fornace cacciata dall'ex sede di Telereporter. Nella mattinata di martedì 12 novembre polizia, carabinieri e polizia locale hanno sgomberato lo stabile di via Tavecchia, occupato esattamente un mese fa dagli attivisti del centro sociale.

Le operazioni, secondo quanto riportato dalla polizia in una nota, si sono svolte con regolarità: nessuno avrebbe opposto resistenza allo sgombero in quanto il palazzo era vuoto. Al termine delle operazioni sono giunti sul posto alcuni funzionari di Unicredit, proprietaria dell’immobile, a cui gli agenti hanno riconsegnato lo stabile.

La vicenda. Il centro sociale, lo scorso 12 ottobre, aveva occupato l’edificio di via Tavecchia con l’intento di creare alcune aree da utilizzare a scopo abitativo per persone in difficoltà. Nessuna famiglia aveva preso a vivere all’interno dell’edificio, tuttavia due famiglie — secondo quanto riferitoci da un attivista — stavano per prendere casa all’interno del centro sociale. 

Critica Fornace che attacca Pietro Romano, primo cittadino di Rho. “A noi poco importa che il sindaco sia di centrosinistra o di centrodestra, se sempre si schiera dalla parte dei potenti. Per noi è tempo che Romano se ne vada”.

La settimana scorsa il centro sociale aveva attaccato il primo cittadino di Rho accusandolo di conflitto di interessi sul "Caso Viridea". Accuse subito rigettate da Pietro Romano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento