Rho Via Bormida

Sorpresi in un capannone con oltre 7mila euro di cocaina tra le mani: arrestati dalla polizia

Nei guai due uomini di 41 e 49 anni, arrestati dagli agenti del commissariato di Rho-Pero

La scena dell'incidente (foto Vvf)

Avevano tra le mani due sacchetti di cocaina, 150 grammi: oltre 7mila eurodi "bianca". Per loro sono scattate le manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. È successo nel pomeriggio di sabato 16 dicembre in via Bormida a Rho, nei guai due uomini di 41 e 49 anni. 

Un blitz organizzato perché gli agenti del commissariato di Rho-Pero, come riportato in una nota, erano sulle tracce del 41enne da diversi giorni. Secondo gli investigatori il 41enne, che ha alle spalle alcuni precedenti, sarebbe uno dei maggiori spacciatori di coca della piazza di Rho. E l'operazione è scattata quando i due si sono incontrati e sono andati insieme in un piccolo capannone di via Bormida. 

Una volta entrati è scattato il blitz dei poliziotti. Tra le mura dell'immobile, oltre la "bianca" sono stati trovati "oggetti atti al confezionamento dello stupefacente", si legge in una nota. Entrambi sono stati accompagnati nella casa circondariale di San Vittore, mentre il capannone è stato sottoposto a sequestro.

Proseguono le indagini: gli agenti stanno cercando di accertare altre responsibilità nell’attività di spaccio di messa in atto nel magazzino di Via Bormida dai due arrestati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi in un capannone con oltre 7mila euro di cocaina tra le mani: arrestati dalla polizia

MilanoToday è in caricamento