Mercoledì, 23 Giugno 2021
Rho Via delle Tre Campane

Taglio fondi al Cras WWF di Vanzago, Cecchetti: «Sarà la Regione a salvare l’attività del centro»

Il centro di recupero animali selvatici rischia la chiusura a causa del mancato trasferimento della Città Metropolitana. Cecchetti: «a marzo, uando la struttura tornerà in capo alla Regione, cercheremo una soluzione»

Un animale in cura al Cras di Vanzago (foto Cras Vanzago)

«È incredibile che dopo quanto fatto da Regione Lombardia per tutelare il centro WWF di Vanzago,  la città metropolitana abbia deciso di non trasferire i fondi necessari all’Oasi per proseguire l’attività di recupero degli animali selvatici. Pisapia ha vanificato il nostro lavoro e sta mettendo in ginocchio un servizio essenziale per tutta la Lombardia occidentale». È il commento di Fabrizio Cecchetti, consigliere regionale (Lega Nord) riguardo al mancato rimborso da parte di Città metropolitana dei fondi per l’attività del Centro recupero animali selvatici di Vanzago.

Cecchetti nel maggio 2015 aveva visitato il centro e, dopo aver raccolto le lamentele e le preoccupazioni dei volontari della struttura, ha portato la questione in Regione. In seguito, con la legge regionale sul riordino delle autonomie locali approvata nel giugno 2015, è stato dato il via libera al trasferimento a Città metropolitana delle risorse necessarie al Cras per poter continuare l’attività.

«Nonostante il vergognoso atteggiamento della Città metropolitana — continua Cecchetti — che di fatto si è lavata le mani del futuro di migliaia di animali selvatici e dell’attività dei volontari del centro, come Regione non staremo certo a guardare. Da marzo, quando la competenza della tutela della fauna selvatica tornerà in capo alla Regione, troveremo le strade adatte per cercare di porre rimedio a questa incomprensibile decisione di Pisapia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio fondi al Cras WWF di Vanzago, Cecchetti: «Sarà la Regione a salvare l’attività del centro»

MilanoToday è in caricamento